Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, i talebani dichiarano "finita" la guerra scoppiata 20 anni fa

© AP Photo / Mohammad Asif KhanCombattenti talebani (organizzazione terroristica vietata in Russia) pattugliano le strade della città di Farah, la capitale della provincia di Farah, a sud-ovest di Kabul, in Afghanistan
Combattenti talebani (organizzazione terroristica vietata in Russia) pattugliano le strade della città di Farah, la capitale della provincia di Farah, a sud-ovest di Kabul, in Afghanistan - Sputnik Italia, 1920, 16.08.2021
Seguici su
Le forze talebane sono riuscite a prendere il controllo della capitale del Paese, al termine dell'offensiva iniziata tra la fine di luglio e l'inizio di agosto.
Il portavoce dell'ufficio politico dei talebani*, Mohammad Naeem, parlando con Al-Jazeera, ha annunciato la fine della guerra in Afghanistan.

Naeem ha sostenuto che i talebani "hanno posto fine a questa guerra scoppiata nel nostro Paese 20 anni fa".
"Siamo pronti ad avere un dialogo con tutte le figure afghane e garantiremo loro la necessaria protezione. Non pensiamo che le forze straniere ripeteranno ancora una volta la loro fallita esperienza in Afghanistan", ha dichiarato Naeem.
Il portavoce ha anche sottolineato che i talebani non "permetteranno a nessuno di usare le nostre terre per prendere di mira nessuno" e ha detto che il gruppo "non vuole fare del male agli altri".

"Abbiamo raggiunto quello che cercavamo, che è la libertà del nostro Paese e l'indipendenza del nostro popolo", ha detto.
Mentre i talebani rivendicavano il controllo della capitale afgana, diversi paesi hanno evacuato il proprio personale diplomatico, mentre folle di persone si sono riversate all'aeroporto di Kabul, nel tentativo di lasciare il Paese.

Naeem ha affermato che tutte le ambasciate e le missioni diplomatiche straniere sono al sicuro a Kabul, esortando "tutti" in città a rimanere "in completa sicurezza".
"Assicuriamo a tutte le ambasciate, missioni diplomatiche, istituzioni e residenze di cittadini stranieri a Kabul che non vi è alcun pericolo per loro. Tutti a Kabul devono avere piena fiducia e le forze dell'Emirato islamico hanno il compito di mantenere la sicurezza a Kabul e altre città del Paese", si legge nel suo tweet.
Il comandante dello United States Central Command (CENTCOM), generale Frank McKenzie - Sputnik Italia, 1920, 15.08.2021
Capo CENTCOM degli USA arrivato nel Golfo Persico per sorvegliare la situazione in Afghanistan

Cosa sta succedendo in Afghanistan

I talebani sono entrati a Kabul domenica, dopo un'offensiva durata settimane e che li aveva portati a conquistare tutti i maggiori centri del Paese.
Il presidente afghano Ashraf Ghani, a seguito degli avvenimenti si è dato alla fuga in direzione di Tashkent, spiegando di aver preso tale decisione al fine di evitare ulteriori spargimenti di sangue, e ha annunciato anche le sue dimissioni.

Secondo Ghani, il gruppo terroristico può anche aver vinto "la parte della spada e dei fucili", ma è lungi dall'aver conquistato il cuore del popolo afghano.
"Mai nella storia la forza bruta ha dato legittimità a nessuno e mai lo farà. I talebani ora dovranno affrontare una prova storica: o proteggeranno il nome e l'onore dell'Afghanistan o daranno priorità ad altri luoghi e reti", ha scritto Ghani su Facebook.
*organizzazione terroristica illegale in Russia ed in altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала