Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Biden ha inviato truppe in Afghanistan per evitare una nuova Saigon, rivela la CNN

© AFP 2021 / LIU JinAlmeno 14 soldati afghani morti di un raid aereo delle forze Usa
Almeno 14 soldati afghani morti di un raid aereo delle forze Usa  - Sputnik Italia, 1920, 14.08.2021
Seguici su
Nella giornata di giovedì l'amministrazione Biden ha avallato l'invio di 3.000 soldati in Afghanistan per garantire l'evacuazione dell'ambasciata a Kabul.
La mossa "drammatica" di Washington di inviare truppe in Afghanistan per favorire l'evacuazione del personale dell'ambasciata americana a Kabul è un altro segno che il presidente Joe Biden è desideroso di evitare un "momento Saigon" ora che i talebani* continuano nella propria avanzata e nella conquista di un numero sempre maggiore di province afghane.
Ad affermarlo alla CNN è una fonte diplomatica europea, che resta però anonima.
Le dichiarazioni fanno riferimento alla cattura di Saigon, capitale del Vietnam del Sud, da parte dell'Esercito Popolare del Vietnam il 30 aprile 1975. L'evento segnò la fine della guerra del Vietnam del 1955-1975, un conflitto militare tra il Vietnam del Nord, sostenuto dalla Cina e l'Unione Sovietica e il Vietnam del Sud, sostenuto dagli Stati Uniti e dai suoi alleati.
Per quanto riguarda l'Afghanistan, il dispiegamento di diverse migliaia di truppe statunitensi nel Paese asiatico significherebbe che i funzionari dell'amministrazione statunitense hanno compreso la possibilità di un crollo repentino del governo afghano e che "la ricaduta per i cittadini potrebbe diventare una macchia permanente sulla politica estera di Biden”.

L'emittente americana, citando ancora la propria fonte, ha affermato che l'opinione di alcuni alleati degli Stati Uniti rimane che la "decisione di ritiro di Biden e il successivo ridispiegamento di truppe si basano in gran parte su considerazioni politiche interne piuttosto che sul destino finale dell'Afghanistan".

L'invio dei soldati americani a Kabul

Giovedì, l'amministrazione Biden ha deciso di inviare 3.000 soldati a Kabul per assistere il Dipartimento di Stato nell'evacuazione del personale statunitense e dei richiedenti un visto speciale per gli immigrati afgani.
In seguito a a tale annuncio, il segretario stampa del Pentagono John Kirby ha dichiarato che la decisione del Dipartimento della Difesa di inviare diverse migliaia di soldati statunitensi in Afghanistan è una mossa di "preparazione prudente", che potrebbe rivelarsi utile in caso di ulteriore peggioramento dello scenario.
Boris Johnson - Sputnik Italia, 1920, 13.08.2021
Afghanistan, Johnson esclude intervento militare della Gran Bretagna

La situazione in Afghanistan

Nelle scorse settimane i talebani hanno preso il controllo di ben 18 dei 34 capoluoghi di provincia dell'Afghanistan, incluse la seconda e la terza città più importante del Paese: Kandahar ed Herat.
Le conquiste territoriali dei terroristi arrivano poche settimane prima che le truppe statunitensi e della NATO debbano concludere il loro ritiro dal paese, annunciato da Biden a metà aprile.
*Organizzazione terroristica illegale nella Federazione Russa e in altri stati
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала