Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scuola: nuovo protocollo di sicurezza per il rientro in classe, ma i sindacati non firmano

© Sputnik . Danilo Garcia di Meo / Vai alla galleria fotograficaSanificazione di un'aula scolastica
Sanificazione di un'aula scolastica - Sputnik Italia, 1920, 13.08.2021
Seguici su
I sindacati, convocati ieri al Ministero dell'Istruzione, non hanno firmato l'accordo sul Protocollo di sicurezza per il prossimo anno scolastico e hanno affermato la necessità di modificare alcuni punti della bozza.
Nuovo incontro tra i tecnici del ministero dell'Istruzione e i rappresentanti sindacali, nella giornata di oggi, per sciogliere alcuni nodi relativi al Protocollo di sicurezza per il rientro degli alunni in classe.
Dopo la mancata firma da parte dei sindacati nell'incontro di ieri, sono infatti numerose le questioni da risolvere prima dell'inizio del nuovo anno scolastico.

Superata la misura del distanziamento

Tralasciando le misure già approvate, come l'igienizzazione delle mani e l'uso di mascherine per i bambini dai 6 anni in su, la prima novità riguarderebbe il superamento della distanza interpersonale di un metro, nei casi in cui le aule non siano abbastanza ampie per consentirla.
"Laddove le condizioni strutturali-logistiche degli edifici scolastici, legate anche alla disponibilità di risorse umane e alle conseguenti ripercussioni organizzative, non consentano il distanziamento di sicurezza interpersonale, resta necessario mantenere le altre misure", si legge nella bozza del Protocollo.
Scuola con banchi - Sputnik Italia, 1920, 08.08.2021
Green Pass a scuola, i presidi chiedono 8000 assunzioni perchè tutto funzioni

Proposta l'aerazione dei locali durante tutto l'anno

L'altra questione riguarderebbe l'aerazione dei locali, con la proposta di tenere aperte le finestre anche durante l'inverno: "è opportuno tenere aperte leggermente e contemporaneamente una o più ante delle finestre e/o di eventuali balconi e la porta dell’aula in modo intermittente o continuo".
"Questa misura può raggiungere la massima efficienza se le finestre, i balconi e le porte si trovano su entrambi i lati dell’aula e dovrà essere adottata anche nelle giornate con avverse condizioni meteorologiche, rimodulando la frequenza e i periodi di apertura delle ante di finestre, di balconi e delle porte (che per compensare devono essere più frequenti e per periodi più lunghi) e limitando, allo stesso tempo, l’impatto delle condizioni meteo esterne", continua il Protocollo.

La questione del Green Pass

Uno dei punti sui quali i sindacati continuano a opporsi è l'obbligo di certificazione verde per il personale scolastico, affermando che la decisione sull'obbligo è stata presa in modo "unilaterale" da parte del Governo.
Allo stesso tempo l'Anp, Associazione nazionale Presidi, richiede una "chiara e agevole applicazione della normativa sulla certificazione verde".
Di fatto, con il nuovo decreto sull'obbligo del Green Pass per i docenti, se un insegnante a settembre sarà sprovvisto del certificato verde e non potrà accedere alle lezioni, il fatto sarà considerato assenza ingiustificata e il rapporto di lavoro verrà sospeso a partire dal quinto giorno di assenza, con conseguente sospensione dello stipendio.
Scuola con banchi - Sputnik Italia, 1920, 21.07.2021
Scuola, dai presidi italiani SI all'obbligo del vaccino al personale scolastico
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала