Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Inps: finiti i fondi, niente indennità per i lavoratori in caso di quarantena

© flickr.com / Dan MoyleTasche vuote
Tasche vuote - Sputnik Italia, 1920, 13.08.2021
Seguici su
Era stata introdotta nel marzo 2020 e prevedeva il trattamento economico equiparato ai casi di malattia ordinaria per chi fosse venuto a contatto con un positivo.
Salta l’indennità di malattia in caso di quarantena per i lavoratori entrati in contatto con un positivo erogata dall’Inps.
A darne comunicazione è stato direttamente l’Ente previdenziale che in una nota ha spiegato che lo stop riguarderà tutto il resto del 2021 perché “il legislatore non ha stanziato nuove risorse".
A rischiare sono coloro che non possono proseguire da remoto la loro attività e quindi potranno restare senza retribuzione.

Stop alla quarantena pagata come la malattia

Il trattamento era stato introdotto tramite decreto legge lo scorso 17 marzo in piena pandemia.
La norma prevede che un lavoratore dipendente del settore privato, tranne coloro che sono iscritti alla gestione separata dell'Inps, venuto a contatto con un caso positivo e sottoposto a quarantena abbia “un trattamento economico equiparato a quanto previsto in caso di malattia comune sulla base della normativa di riferimento”.

Nessuna indennità in caso di smart working

L’indennità non è stata corrisposta, invece, a quei lavoratori del settore privato che ha continuato a lavorare durante la quarantena “sulla base degli accordi con il proprio datore di lavoro”, proseguendo “l’attività presso il proprio domicilio, mediante forme di lavoro alternative alla presenza in ufficio".
In questo caso era prevista la normale retribuzione.

Le possibili soluzioni

Per evitare contenziosi con i lavoratori che si dovessero trovare in quarantena senza retribuzione o in ferie forzate, l’azienda potrebbe decidere di pagare la malattia, invece di incorrere in una causa.
Secondo gli esperti, però, la diffusione della variante Delta con la sua forte contagiosità e l’aumento delle possibili quarantene, porterà il governo a rifinanziare la misura, eliminando i rischi di mancate retribuzioni.
Intanto l’Inps ha annunciato che senza fondi tutte le domande di malattia per quarantena verranno dichiarate indebite.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала