Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Serie A: partite di campionato su YouTube per Medio Oriente e Nord Africa, si valuta l'ipotesi

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaPalla in un campo da calcio
Palla in un campo da calcio - Sputnik Italia, 1920, 12.08.2021
Seguici su
Svolta nel mondo del calcio? Le partite di serie A potrebbero essere trasmesse sulla piattaforma video per eccellenza, ma aspettate ad esultare.
Svolta digitale nel calcio italiano, la Serie A sta valutando la possibilità di trasmettere alcune partite della prossima stagione di calcio su YouTube, il canale video per eccellenza. Nessuna speranza, però, per quanti già fantasticano di partite gratuite sulla piattaforma, perché i diritti saranno dati in concessione a YouTube solo per trasmettere le partite nei territori del Medio Oriente e Nord Africa (Mena).
La notizia giunge da due fonti a conoscenza dei fatti, mentre prosegue lo stallo sulla vendita delle licenze TV nel mercato che comprende nazioni come Egitto, Marocco e gli stati del Golfo.
In questi ultimi mercati la situazione viene complicata da Beln, la società che negli ultimi tre anni ha trasmesso le partite della Serie A. La società non intende partecipare alla gara d’asta e, al contempo, i colloqui commerciali tra la Lega di Serie A e Saudi Sports Company non hanno portato risultati.

YouTube come ripiego

La scelta di trasmettere sulla piattaforma video di Google almeno alcune partite del campionato di calcio dovrebbe servire a evitare di iniziare la stagione senza alcuna copertura nella regione.
L’opzione verrà discussa da un'assemblea della Serie A, convocata per venerdì 13 agosto, appena otto giorni prima del fischio di inizio della stagione 2021/2022.
“Sarebbe una soluzione di back-up”, spiega una delle fonti. Nessun commento, invece, dalla Lega di Serie A e neppure da Google.

Rischio contrazione dei ricavi

Se la Lega non riuscirà a collocare i diritti TV nei territori Mena, che risultano essere è il principale lotto internazionale, si rischia una contrazione non indifferente dei ricavi dai mercati esteri.
Nel precedente triennio, i club calcistici italiani hanno incassato dalla vendita dei diritti TV sui mercati internazionali ben 970 milioni di euro.
Secondo i dati raccolti dall’agenzia Reuters, la Lega di Serie A si è assicurata sui mercati esteri contratti sui diritti TV per 640 milioni di euro sul prossimo triennio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала