Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele, salgono contagi e ricoveri. Il governo impone il green pass a partire dai 3 anni di età

© AFP 2021 / Eric LalmandGreen Pass
Green Pass - Sputnik Italia, 1920, 12.08.2021
Seguici su
Il governo israeliano ha deciso di estendere l'obbligo di green pass anche ai bambini a partire dai 3 anni. Preoccupazione per un nuovo boom di ospedalizzazioni in autunno.
Dal prossimo 18 agosto, in Israele, il green pass sarà obbligatorio a partire dai 3 anni di età per accedere a tutti i luoghi di socializzazione, fatta eccezione per negozi e centri commerciali.
Si tratta di una delle misure imposte dal gabinetto del governo sul coronavirus per fronteggiare quella che ormai viene definita dal premier Naftali Bennett la “pandemia Delta”.
La nuova variante del Covid, infatti, sta facendo impennare i contagi nel Paese, che conta una delle più alte percentuali di vaccinati, con il 58 per cento degli israeliani che ha già effettuato anche il secondo richiamo.
Proteste in Israele - Sputnik Italia, 1920, 20.07.2021
Covid Israele, nuovo record di casi degli ultimi quattro mesi: +1.400
Secondo l’agenzia di stampa Xinhua, che cita i dati diffusi ieri dal ministero della Salute di Tel Aviv, i contagi giornalieri hanno raggiunto quota 5,802. Di questi, 405 hanno avuto bisogno del ricovero in ospedale.
Proprio questi numeri hanno portato il governo israeliano ad estendere l’obbligo del green pass anche ai bimbi, che dovranno mostrare il risultato del test Covid negativo per accedere ai luoghi off-limits per i non vaccinati.
Inoltre, nei centri commerciali e nei negozi con una superficie maggiore ai 100 metri quadri, da lunedì prossimo, verrà imposto il limite di una persona per ogni 7 metri quadri, al fine di assicurare il distanziamento e ridurre al minimo le occasioni di contagio.
Gli eventi al chiuso, inoltre, anche con il green pass, saranno limitati a mille persone, mentre quelli all’aperto a 5mila. E non solo:
Il presidente israeliano Isaac Herzog - Sputnik Italia, 1920, 30.07.2021
Israele, via alle terze dosi di vaccino anti-COVID: il primo a farlo è il presidente Herzog

Nel piano del governo di Bennett rientra anche un rafforzamento delle strutture ospedaliere, per cui l’esecutivo ha già stanziato 774 milioni di dollari. Soldi che serviranno ad incrementare le capacità dei nosocomi di prepararsi a nuove “ospedalizzazioni di massa”.

In particolare si guarda con preoccupazione al mese di settembre, quando, come ricorda il Messaggero, ci sarà il rientro dalle vacanze e la riapertura delle scuole, senza contare i festeggiamenti per il capodanno ebraico. Una serie di eventi che potrebbero far impennare ulteriormente la curva dei contagi e i ricoveri, visto che ancora un milione di israeliani non intende vaccinarsi.
La linea rossa è rappresentata dal raggiungimento della soglia di mille malati gravi, che potrebbe mandare in tilt il sistema sanitario. Gli esperti prevedono che uno scenario di questo tipo potrebbe verificarsi già alla fine del mese di settembre.
Anche per questo, nello Stato sono tornate in vigore tutta una serie di restrizioni, compresa la quarantena obbligatoria, anche per i vaccinati e i guariti, per chi atterra a Tel Aviv da una lista di Paesi a rischio, tra cui anche l’Italia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала