Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il figlio di Biden nudo a una prostituta: “spacciatori russi mi hanno rubato il portatile” - Video

© AP Photo / Nick WassBarack Obama, Joe Biden ed Hunter Biden
Barack Obama, Joe Biden ed Hunter Biden - Sputnik Italia, 1920, 12.08.2021
Seguici su
Hunter Biden, figlio del Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, sarebbe stato colto in un video in cui lo si vede nudo con una prostituta mentre le racconta di come degli spacciatori russi, mentre si trovava quasi in overdose in un hotel di Las Vegas, gli avrebbero rubato un laptop contenente materiale compromettente.
Il video, pubblicato dal Daily Mail mercoledì, mostra un uomo nudo, che si presume essere Hunter Biden, figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, mentre racconta ad una prostituta, anch’essa nuda, in una camera d’hotel, una strana storia di droga e di video di sesso sfrenato registrati in un portatile, che gli sarebbe stato rubato da spacciatori russi approfittando di un suo stato di semi incoscienza dovuto all’eccessivo uso di narcotici.
Non sarebbe per altro questa la prima volta in cui il figlio del Presidente si trova nei guai per portatili contenenti informazioni ‘sensibili’ andati perduti.
Il primo laptop smarrito fu quello bollato dalla campagna di Trump come il "computer portatile dall'inferno", che sarebbe stato semplicemente dimenticato in un negozio di computer nel Delaware pur contenendo informazioni riservate non solo private ma presumibilmente anche di interesse nazionale.
Quel computer divenne il bersaglio di battute e critiche da parte dei rivali della campagna presidenziale del padre, i quali affermavano che contenesse e-mail presumibilmente collegate ai rapporti commerciali di Hunter Biden all'estero, cosa che spinse Trump ad affermare che anche il padre, Joe Biden, fosse coinvolto in accordi controversi con la Cina.
Il secondo laptop attribuito al figlio del presidente è stato sequestrato dagli agenti federali dopo un raid nell'ufficio di un associato di Hunter, lo psichiatra Keith Ablow. Si dice che entrambi i computer contenessero informazioni sensibili su Hunter Biden e la famiglia Biden.
In questo terzo computer, secondo quanto affermato proprio da Hunter nel filmato pubblicato, sarebbero archiviati video piuttosto compromettenti delle sue 18 notti di follia e sperpero passate a Las Vegas.
Nella presunta conversazione, Hunter confessa alla presunta prostituta di ritenere che il suo laptop gli sarebbe stato rubato, ad un certo punto nell'estate del 2018, da alcuni "spacciatori di droga russi".

"Hanno video di me mentre lo faccio", si sente dire nella registrazione dall’uomo, che il Daily Mail sostiene essere Hunter, "Hanno video di me che faccio sesso pazzesco, ca**o, lo sai".

La presunta prostituta a quel punto chiede se Hunter fosse preoccupato per un eventuale ricatto, al che lui risponde: "Sì, in qualche modo sì".
Né Hunter Biden, né il resto della famiglia presidenziale hanno commentato il video e le informazioni trapelate sul terzo laptop con materiale compromettente che sarebbe andato perduto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала