Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Arriva il bonus terme da 200 euro per tutti, ecco come ottenerlo

© Sputnik . Sergey PivovarovComplesso termale
Complesso termale - Sputnik Italia, 1920, 12.08.2021
Seguici su
Per risollevare il settore termale italiano, il governo ha approvato la costituzione di un fondo da 53 milioni di euro a beneficio degli utenti, per un importo massimo di 200 euro ciascuno.
Il bonus da 200 euro per ciascun cliente non prevede un tetto massimo di reddito, significa che chiunque potrà richiederlo senza restrizioni reddituali. I limiti comunque ci sono ed è bene conoscerli.

La piattaforma e le strutture accreditate

Il decreto attuativo è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale dal ministro per lo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e si attende ora che venga pubblicata la lista completa delle strutture autorizzate ad accettare il bonus terme da 200 euro.
Il sito web di Invitalia è stato individuato come quello più idoneo per l’accoglimento delle richieste. Al momento la piattaforma non è ancora disponibile, ma, appena lo sarà, si attende un vero click day per accaparrarsi il bonus terme del valore di 200 euro.

Come funziona il bonus terme da 200 euro

Il cittadino potrà prenotare determinati servizi termali per se stesso ed otterrà sulla prestazione uno sconto fino al valore massimo di 200 euro.
Il bonus terme non è divisibile, questo significa che può essere richiesto una sola volta e che, se non lo si utilizza tutto, non si ha diritto a mettere da parte la somma restante per un secondo momento.
Il bonus termale, inoltre, non può essere scambiato con denaro e non è cedibile a terze persone: ciascuno deve richiedere il suo.
Nel caso in cui i servizi termali prenotati eccedano il costo di 200 euro, il surplus è a carico del cittadino.
Per quanto riguarda la prenotazione, bisognerà rivolgersi personalmente, dal vivo o in via telematica, alla struttura termale accreditata, la quale rilascerà un attestato di prenotazione.
Per quanto riguarda la prenotazione, essa ha una durata massima di 60 giorni dalla sua emissione, validità vigente anche per i servizi ai quali si vorrà accedere.
Il Ministero dello Sviluppo economico, infine, avvisa i cittadini che:
“L’ente termale presso il quale il cittadino ha fruito i servizi termali provvede a richiedere a Invitalia, mediante apposita piattaforma informatica, il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino”.
Bisognerà quindi solo prenotare la prestazione termale, al resto penserà la struttura.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала