Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Al via le vaccinazioni Covid senza prenotazione per le fasce di età 12-18 anni

© Foto : Aeroporti di RomaVaccinazioni nel centro "Vax&Go" all'aeroporto di Fiumicino
Vaccinazioni nel centro Vax&Go all'aeroporto di Fiumicino - Sputnik Italia, 1920, 11.08.2021
Seguici su
Il Commissario all’emergenza sanitaria e alla campagna vaccinale, il generale Francesco Figliuolo, ha inviato una lettera indirizzata alle Regioni, in cui avverte che da lunedì 16 agosto si potrà vaccinare la fascia di età 12–18 anni anche senza la prenotazione.
Ragazzi e ragazze appartenenti a questa fascia di età potranno presentarsi presso gli hub vaccinali e chiedere di essere vaccinati al momento, in base alle disponibilità e all’organizzazione delle somministrazioni.
Il generale chiede alle autorità regionali preposte di “predisporre corsie preferenziali per l'ammissione alle somministrazioni dei cittadini”, lo riporta l’Ansa.

Obiettivi pianificati in fase di raggiungimento

La campagna vaccinale “si sta sviluppando nei termini pianificati che vedono il progressivo raggiungimento degli obiettivi previsti per l'immunizzazione delle classi prioritarie, dei cittadini maggiormente vulnerabili e fragili”, scrive il commissario.
Ora, quindi, è il momento di dare una accelerata alla campagna vaccinale dei più giovani, che da settembre rimetteranno piede nelle scuole italiane.
L’obiettivo è di riaprire l’anno scolastico 2021/22 in condizioni di maggior sicurezza sanitaria possibile.

Riprendere l’attività sportiva in sicurezza

Ma non è solo la scuola ad essere al centro delle attenzioni di chi si occupa della campagna vaccinale, l’obiettivo è anche quello di garantire ai giovani di poter iniziare in sicurezza la stagione sportiva.
“Tale predisposizione avrà risvolti positivi anche per incentivare la ripresa in sicurezza sia delle attività sportive, sia di quelle finalizzate a garantire il maggior benessere psicofisico per i più giovani”.
L’obiettivo, quindi, è quello di offrire alle nuove generazioni ciò che in questo ultimo anno e mezzo più gli è stato sottratto: scuola in presenza, socializzazione, attività sportiva.
I pediatri intanto lanciano l'allarme per i bambini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала