Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Crisi di frontiera: la Lettonia dichiara stato di emergenza al confine con la Bielorussia

© REUTERS / Janis LaizansConfine bielorusso e Paesi baltici
Confine bielorusso e Paesi baltici - Sputnik Italia, 1920, 10.08.2021
Seguici su
Le guardie di frontiera lettoni sono state autorizzate ad usare la forza fisica e i mezzi speciali al fine di rimpatriare coloro che hanno attraversato illegalmente il confine con la Bielorussia.
Il governo lettone ha approvato la proposta del ministero degli Interni di introdurre lo stato di emergenza al confine con la Bielorussia, a causa dell'ingente afflusso di migranti. Questo particolare stato di emergenza sarà in vigore dall'11 agosto al 10 novembre 2021.

"Il governo ha preso la decisione di introdurre lo stato di emergenza al confine lettone. Si provvederà immediatamente a rafforzare la sicurezza alle frontiere", ha affermato la ministra dell'Interno lettone Marija Golubeva.

Le guardie di frontiera potranno usare la forza fisica e i mezzi speciali per rimpatriare le persone che hanno attraversato illegalmente il confine Bielorusso.
È stato inoltre deciso che, nel territorio in cui vige lo stato di emergenza, gli uffici del Servizio di frontiera non potranno accogliere domande per il riconoscimento dello status di rifugiato.
Latvian Foreign Affairs Minister Edgars Rinkevics - Sputnik Italia, 1920, 09.08.2021
Nato e Russia: ministro lettone teme "incidenti" durante le esercitazioni "Zapad-2021"
La decisione del governo lettone di introdurre lo stato di emergenza è stata presa all'unanimità. Il ministero della Difesa del Paese baltico si è impegnato ad aiutare le guardie di frontiera a proteggere i confini.

Crisi migratoria nei Paesi baltici

La Lituania e la Lettonia hanno mostrato di recente seria preoccupazione per l'afflusso di migranti dal territorio della Bielorussia. Secondo le autorità lettoni, solo il 9 agosto, circa 200 clandestini sono stati arrestati al confine lettone-bielorusso. E nella vicina Lituania, dall'inizio dell'anno, sono già stati fermati dalle guardie di frontiera oltre 4mila rifugiati provenienti dal confine con la Bielorussia.
I Paesi della Ue accusano Minsk di aver attuato un "attacco ibrido". A loro volta, le autorità bielorusse sostengono che non ci siano prove a conferma di un eventuale coinvolgimento del paese nella creazione di questi flussi migratori. Alexander Lukashenko ha raccomandato ai paesi confinanti di "guardarsi allo specchio" e di cercare i gruppi criminali che guadagnano sull'immigrazione clandestina all'interno dei propri confini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала