Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Kim Yo-jong condanna le esercitazioni USA-Corea del Sud, saranno prese misure preventive

© REUTERS / Leah MillisSorella minore del leader della Repubblica Popolare Democratica di Corea e la vicedirettrice del Comitato Centrale del Partito del Lavoro Kim Yo-jong
Sorella minore del leader della Repubblica Popolare Democratica di Corea e la vicedirettrice del Comitato Centrale del Partito del Lavoro Kim Yo-jong  - Sputnik Italia, 1920, 10.08.2021
Seguici su
Kim Yo-jong, sorella minore del leader nordcoreano Kim Jong-un, ha condannato le esercitazioni su larga scala che Stati Uniti e Corea del Sud, anche quest’anno, si accingono ad effettuare congiuntamente, definendole autodistruttive e fonte di ulteriore instabilità, e promettendo provvedimenti per rafforzare la difesa.
"Le forze armate degli Stati Uniti e della Corea del Sud hanno nuovamente dato il via ad esercitazioni militari combinate che non fanno altro che facilitare ulteriormente l'instabilità", ha detto Kim in una dichiarazione di questa mattina, martedì 10 agosto, trasmessa dall’Agenzia Centrale delle Informazioni (Korean Central News Agency - KCNA). "Esprimiamo forte rammarico per l'atto di tradimento delle autorità sudcoreane".
"Rafforzeremo la nostra difesa nazionale e adotteremo forti misure preventive per rispondere rapidamente a qualsiasi atto militare", ha aggiunto Kim, la quale ricopre il ruolo di vicedirettore del Dipartimento per l'informazione e la pubblicità del Comitato centrale del Partito dei lavoratori della Corea (WPK).
Gli Stati Uniti e la Corea del Sud hanno iniziato a preparare le esercitazioni annuali, che vengono effettuate in congiunta dagli eserciti dei due stati. Secondo la Yonhap News Agency, con sede a Seoul, l'esercitazione, che durerà quattro giorni, mira a testare la risposta dei militari a "situazioni impreviste pre-guerra" e sarà seguita da un addestramento simulato di dieci giorni al posto di comando congiunto.
Negli ultimi due anni, le esercitazioni sono state notevolmente ridimensionate a causa della pandemia di COVID-19 e, durante la fase di miglioramento nei rapporti fre le due Coree, nel 2018 Pyongyang aveva quasi convinto Seoul a rinunciare alle esercitazioni, ma Washington riuscì comunque ad avere la meglio sulla disputa.
Gli Stati Uniti mantengono un dispiegamento di truppe di 28.000 uomini in Corea del Sud, di stanza sul territorio coreano dalla guerra di Corea del 1950-53, quando furono inviate nel corso di una missione internazionale volta ad impedire la riunificazione del paese sotto il dominio comunista.
Nel 1905 la Corea divenne un protettorato giapponese e, successivamente, nel 1910, fu completamente annessa, come colonia, all'Impero giapponese con il nome di Chōsen. Il dominio coloniale finì con la resa del Giappone nella seconda guerra mondiale, ma, subito dopo, la penisola finì al centro della nascente guerra fredda tra gli Stati Uniti d'America e l'Unione Sovietica, a cui si aggiunse, più tardi, anche la Repubblica Popolare Cinese. Tale situazione portò, nei primi anni 50', alla guerra di Corea, conclusasi senza trattato di pace, con un semplice cessate il fuoco, e 2 milioni di coreani uccisi.
Dopo una fase di confronti positivi, intorno al 2018, in cui sembrava si andasse verso una rappacificazione dei due stati coreani, gli entusiasmi si sono spenti e la RPDC ha iniziato a testare una nuova generazione di armi di artiglieria missilistica che, secondo fonti interne al paese, avrebbero potuto eludere le difese missilistiche anti-balistiche americane.
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, insediatosi a gennaio, ha tracciato un percorso diverso nelle relazioni degli Stati Uniti con la RPDC, rispetto al suo predecessore Donald Trump, il quale aveva partecipato ad una serie di incontri con Kim Jong-un, prima che diventasse evidente l'ostinazione di Kim a non rinunciare unilateralmente al programma di armi nucleari del paese, considerato dal leader coreano come una garanzia finale per la sicurezza e l'indipendenza della RPDC. Biden ha insistito affinchè Kim accetti la denuclearizzazione prima dell'inizio dei colloqui - prospettiva prontamente liquidata da Kim Yo-jong a inizio anno.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала