Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, reddito di cittadinanza e migranti: tutti i dossier che spaccano la maggioranza

© Palazzo ChigiIl Premier Draghi incontra i giornalisti a Palazzo Chigi prima della pausa estiva
Il Premier Draghi incontra i giornalisti a Palazzo Chigi prima della pausa estiva - Sputnik Italia, 1920, 10.08.2021
Seguici su
I partiti che sostengono il premier Mario Draghi si dividono su diversi fronti, dall'obbligo del Green pass, al reddito di cittadinanza, fino al nodo dell'immigrazione.
Continua il braccio di ferro nel governo sull’estensione dell’obbligo del Green pass per i lavoratori e per il personale scolastico. A contrapporsi sono il fronte “rigorista”, capitanato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, e quello dei critici, che va dalla Lega, fino all’opposizione di Fratelli d’Italia, passando per il Movimento 5 Stelle.
Il partito di Matteo Salvini, con il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso, promette di voler presentare una serie di emendamenti per modificare il nuovo decreto “Covid”.

“Al netto delle percentuali dei lavoratori della scuola (personale docente, educativo ed Ata) che si sono vaccinati e che entro la fine di agosto saranno certamente superiori al 90%, occorre una riflessione politica sul carattere impositivo del green pass”, scrive il deputato leghista sui social.

“Siamo sicuri – si domanda - che sospendere dal servizio i lavoratori sprovvisti di green pass e lasciarli senza stipendio sia la mossa giusta?”.
La questione è dibattuta ed è stata oggetto anche del dialogo tra governo e sindacati, che si è svolto in clima tutto sommato sereno e collaborativo.
Ma il segretario della Cgil, Maurizio Landini, citato dall’Agi, ci tiene a mettere in chiaro che, pur non avendo “nulla di principio contro il green pass”, “non è accettabile introdurre una logica punitiva e sanzionatoria nei confronti di chi lavora" in nome del lasciapassare.
Per la sinistra di Leu, rendere obbligatorio il green pass nelle fabbriche o nelle aziende è una possibilità, ma solo impedendo che diventi “uno strumento ulteriore nelle mani di chi cerca solo scuse per licenziare più facilmente".
A favore ci sono, invece, Forza Italia, Pd e Italia Viva. Il sì all’obbligo di green pass nei luoghi di lavoro arriva da Silvio Berlusconi, mentre per il capo dei senatori renziani, Davide Faraone, “non è accettabile andare al lavoro senza essersi vaccinati, mettendo a rischio la propria salute, quella degli altri e rischiando focolai e chiusura delle aziende".
Il Pd è a favore dell’introduzione dell’obbligo nelle scuole, ma chiede “un intervento normativo” per disciplinare le condizioni per l’introduzione di un “green pass generalizzato".
Anche nel M5S, però, c’è chi parla di “accanimento” con le sanzioni pecuniarie per il personale scolastico che sceglie di non vaccinarsi. A protestare, all’opposizione, c’è Giorgia Meloni. Per Fratelli d’Italia la misura è una “mazzata all’economia reale”.

Lo scontro Salvini-Lamorgese sui migranti

Ma la maggioranza di governo non è spaccata soltanto sul green pass. A tenere banco è anche la questione degli sbarchi, con il botta e risposta tra Matteo Salvini e il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, su immigrazione e cittadinanza agli stranieri.

La discussione è partita dalle dichiarazioni della numero uno del Viminale sullo "ius soli sportivo" proposto dal presidente del Coni, Giovanni Malagò. "Dobbiamo aiutare le seconde generazioni a sentirsi parte integrante della società", ha commentato Lamorgese.
Migranti attraversano la Manica - Sputnik Italia, 1920, 09.08.2021
Scintille tra Lamorgese e Salvini su migranti e Ius soli
Non si è fatta attendere la dura replica di Salvini: "Invece di vaneggiare di ius soli, il ministro dell'Interno dovrebbe controllare chi entra illegalmente in Italia". Ad intervenire è pure il segretario Dem Enrico Letta. Lo ius soli non c'entra con la gestione dei migranti, è la posizione del leader del Pd, che accusa Salvini di populismo.
"Salvini evidentemente non ha ben chiare quelle che sono le difficoltà che stiamo vivendo quotidianamente, ma se ci sono iniziative che non abbiamo adottato e lui ci può suggerire per bloccare gli arrivi via mare io le raccolgo volentieri", ha risposto provocatoriamente la ministra.
Ma il leader della Lega insiste. "Quanto dobbiamo aspettare per 'controlli a campione' anche nei porti e ai confini?", attacca riferendosi all'annuncio dei controlli a campione in bar e ristoranti.

Le critiche al reddito di cittadinanza

Le tensioni non mancano anche sul tema del reddito di cittadinanza. A chiedere di rivedere la norma è Italia Viva, che ha annunciato una raccolta firme per chiedere un referendum abrogativo.
Al coro di voci critiche sulla misura, votata anche dalla Lega nel primo governo Conte, si sono aggiunte anche quelle di Dem, Forza Italia e leghisti che parlano di correttivi da applicare alla misura.
Il Premier Draghi incontra i giornalisti a Palazzo Chigi prima della pausa estiva - Sputnik Italia, 1920, 06.08.2021
Draghi sul reddito di cittadinanza: “Condivido in pieno” il concetto alla base
Oggi il governatore del Veneto, Luca Zaia, in un'intervista al Corriere della Sera, accusa il provvedimento bandiera del M5S di aver "consentito ad alcuni di lucrare a carico della comunità senza effetti vistosi sull’occupazione". "Difficile - dice il governatore leghista - trovare lavoro guardando la tv”.
Anche per il Pd sono necessari maggiori “controlli” per evitare gli abusi e una serie di modifiche che rendano la misura meno “assistenzialista”.
Critica, invece, Giorgia Meloni. Il reddito di cittadinanza viene bocciato senza mezzi termini dalla leader di Fratelli d’Italia, che parla di “disastro”.
A mediare c'è il premier Mario Draghi, che nei giorni scorsi ha detto di "condividere" il concetto alla base della misura. Parole che sono state interpretate come una rassicurazione dal M5S, che, con il presidente della Camera Roberto Fico, fa sapere: "Siamo aperti a qualsiasi discussione per migliorarlo, ma se qualcuno vorrà cancellarlo faremo le barricate". "Le parole di Draghi - ha aggiunto Fico - dimostrano che non ce ne sarà bisogno”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала