Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass: Da Napoli all'Alto Adige le prime sanzioni ai danni di ristoratori e clienti

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone mangiano in un ristorante a Milano
Le persone mangiano in un ristorante a Milano - Sputnik Italia, 1920, 10.08.2021
Seguici su
Da Napoli all’Alto Adige, le prime sanzioni amministrative ai danni di clienti e gestori di attività fioccano, dopo l’introduzione del green pass obbligatorio in determinate attività al chiuso.
L’ultima giunge dalla Val Badia, dove un'esercente ha ricevuto 400 euro di multa, perché nell’attività mancavano i presidi igienizzanti, come i disinfettanti, e lo staff non indossava le mascherine, riporta il Fatto Quotidiano.
Il titolare inoltre non ha fatto il controllo del green pass ai clienti e per questo ora rischia anche la chiusura dell’attività di ristorazione.
Ad avvertire i carabinieri alcuni turisti. I militari hanno beccato il titolare e il personale senza le mascherine e privi dei guanti in lattice.
Ma i gestori si sarebbero anche rifiutati di dare spiegazioni sul perché non hanno effettuato il controllo del green pass ai clienti presenti nel locale.
Va detto che il ristoratore altoatesino si è fatto trovare sprovvisto di tutta una serie di indicazioni richieste dai protocolli e dalle normative. All’esterno dell’attività non era esposto neppure il cartello che indicava la capienza massima del locale.
Ora spetta al governatore della Provincia autonoma, su suggerimento dei carabinieri, valutare l’eventuale sospensione dell’attività.
Qui le indicazioni su chi e come può controllarci il green pass.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала