Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il Codacons fa i conti, agli italiani le vacanze 2021 costano 100 euro in più a testa

© Sputnik . Evgeny UtkinRagazze si rilassano al mare in Italia
Ragazze si rilassano al mare in Italia - Sputnik Italia, 1920, 08.08.2021
Seguici su
Gli aumenti riguardano indistintamente trasporti, alloggi, ristorazione e divertimenti.
Le ferie nel 2021 costano in media l'11% in più rispetto a quelle dell'anno precedente. E' quanto emerge da un'indagine della Codacons sull'andamento di prezzi e tariffe nel settore del turismo.
Stando ai dati presentati dall'associazione dei consumatori, tale percentuale si traduce in un aumento della spesa pro capite pari a 98 euro tra alloggi, servizi e spostamenti, passando dagli 898 euro del 2020 ai 996 euro del 2021.
"Il quadro che ne emerge è quello di una estate in cui una vacanza costa sensibilmente di più rispetto al 2020, nonostante già lo scorso anno stabilimenti balneari, strutture ricettive ed esercizi vari abbiano ritoccato i listini con la scusa del Covid", si legge nella nota.

Trasporti

I rincari non hanno risparmiato alcun comparto, a partire dai trasporti marittimi e aerei, che hanno subito un aumento, rispettivamente, del 18% e del 17%.
Per quanto concerne il trasporto aereo, influiscono in maniera sensibile le aggiunte di servizi connessi ai voli, quali il trasporto dei bagagli, la scelta del posto a sedere, le polizze assicurative e la possibilità di cambiare o cancellare la prenotazione che, sommariamente, arrivano a costare oltre il doppio del costo del volo.

Non va meglio a chi si sposta in auto, con un pieno che costa quest'anno in media 12 euro in più rispetto a 12 mesi fa, per un aumento pari al 17% sui rifornimenti, dovuto agli aumenti su benzina e gasolio.

Alloggi, ristoranti e stabilimenti balneari

In salita anche i prezzi dei pacchetti vacanza (+8%), così come di alberghi e strutture ricettive (+3,8%) e ristoranti (+2%), con particolare riferimento alle località a grande vocazione turistica.
Per quanto riguarda hotel, b&b, resort e case vacanza, si registra una modifica delle politiche tariffarie relativa non soltanto al già menzionato costo di pernotto, ma anche all'aumento dei prezzi fino al 100% per le tariffe che prevedono la cancellazione.
Incidono poi in maniera sensibile i rincari negli stabilimenti balneari, dove si registrano incrementi medi del 5% per l'affitto giornaliero di ombrelloni, lettini e sdraio, con punte del +40% in Costiera Amalfitana.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала