Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Crisanti: “Il green pass solo con due dosi o un molecolare e in treno è più efficace la Ffp2”

Andrea Crisanti - Sputnik Italia, 1920, 08.08.2021
Seguici su
Il docente di Microbiologia avanza dubbi su alcune norme e divieti e avverte sulla quarta ondata dopo l’estate e le possibili nuove varianti del coronavirus.
Un green pass davvero efficace per rendere sicuri i luoghi al chiuso dovrebbe essere rilasciato soltanto a chi ha due dosi di vaccino oppure un tampone molecolare, perché una sola dose e l’antigenico non ottengono lo stesso obiettivo.
Lo dice a La Stampa il professore di Microbiologia all’università di Padova, Andrea Crisanti che da il suo giudizio su alcune delle norme inserite nei decreti green pass approvati dal governo.
“Bisognerebbe rendersi conto che i tamponi antigenici continuano ad avere problemi di sensibilità, dunque risultano utili solo in caso di screening di massa. Continuare a dare il Green Pass con l’antigenico significa depotenziarlo”.
Sull’obbligo di certificazione sui mezzi a lunga percorrenza, Crisanti è netto: “È veramente inutile, perché sinceramente la mascherina Ffp2 è più sicura del green pass e sarebbe molto più serio richiedere quella”.
Altra misura bocciata dall’esperto è quella degli stadi con capienza al 50%. “Visto come sono andati i festeggiamenti per gli Europei già immagino i tifosi che dopo il gol restano seduti al loro posto – dice ironico - La credibilità di una misura si giudica dalla probabilità che venga fatta rispettare. Capisco inoltre la proposta del 50 per cento, ma non ha nessuna bases cientifica”.
Al contrario, il docente, non capisce perché con il green pass non si possano riaprire le discoteche

In autunno la quarta ondata non sarà fermata dai vaccini

Per Crisanti, in Italia “la vaccinazione da sola in autunno non basterà”, serviranno tamponi, quarantene e tracciamento.
“Grazie al Green Pass si arriverà all’80% di copertura della popolazione, ma la restante parte rimarrà un serbatoio del virus”.
Inoltre, se si creerà una nuova variante, la pandemia durerà “come minimo un altro anno”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала