Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Meloni: “Il governo si assuma la responsabilità, il green pass è un obbligo vaccinale mascherato”

© AFP 2021 / Guglielmo Mangiapane / PoolLa leader di Fratelli d’Italia
La leader di Fratelli d’Italia - Sputnik Italia, 1920, 07.08.2021
Seguici su
La leader di Fdi attacca Draghi che si affida a Speranza per misure ridicole . E poi parla di un’esclusione sistematica del suo partito da parte di Lega e Forza Italia.
Giorgia Meloni attacca a tutto campo in un’intervista a La Stampa, in cui parla di vaccini, green pass, scuola, tamponi, corsa al Quirinale e unione del centrodestra.
La prima bordata è destinata al governo Draghi e al green pass: “Così come configurato è un obbligo vaccinale mascherato e non una misura di contenimento dell’epidemia”.
Meloni chiede all’esecutivo di assumersi la responsabilità di rendere obbligatorio il vaccino, se lo ritiene necessario: “Non sarà che scelgono l’obbligo mascherato, invece che quello di legge, per non dover risarcire i cittadini in caso di problemi?”, si domanda.

Draghi si affida troppo a Speranza

Altro elemento che la leader di Fratelli d’Italia critica nell’ambito del governo è la scelta del premier Mario Draghi che “mi pare sia molto incline a sposare la linea di Speranza” con “provvedimenti ridicoli e che non poggiano su evidenze scientifiche”.

Tamponi o vaccini?

Inoltre, aggiunge Meloni, sulla proposta di rendere il tampone gratuito in funzione del green pass, “il governo mi ha risposto che non si può fare il tampone gratuito perché è un disincentivo alla vaccinazione”.
E segue un’altra domanda: “L’obiettivo della campagna del governo è fermare il contagio o vendere i vaccini? Che facciamo, il marketing delle case farmaceutiche?”

Centrodestra unito ma servono segnali

Meloni torna poi sul tema dell’unità del centrodestra, una proposta cara al leader di Forza Italia Silvio Berlusconi che ne ha parlato di nuovo in un incontro a villa Certosa.
La numero uno di Fdi crede nell’obiettivo dell’ex premier ma chiede di “avere segnali chiari.Voglio sperare che FI e Lega considerino la maggioranza arcobaleno un fatto accidentale”.
In particolare, Meloni lamenta “ un’esclusione quasi sistematica di FdI, una conventio ad excludendum. Se lo fanno Pd e 5Stelle non mi scandalizzo, se lo fanno pure Lega e Forza Italia c’è qualcosa di strano”.
E Meloni ricorda le mancate poltrone in commissione vigilanza, nel Cda Rai e in altri posti chiave da cui Fdi è rimasta esclusa ed isolata con i propri candidati

La corsa al Quirinale

Infine, Meloni non risparmia una stoccata neanche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
“Sono rimasta colpita dal silenzio del presidente Mattarella in alcune situazioni, per il fatto che abbia ritenuto di non doversi interessare ad alcune cose che sono successe a FdI, principale forza d’opposizione”.
Per questo Meloni pensa a un candidato alla successione a Mattarella che non sia di parte ma che faccia rispettare le regole e non sa ancora se si tratterà di Draghi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала