Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Intelligence USA hackera i server cloud contenenti campioni di virus del laboratorio di Wuhan - Cnn

CC BY 2.0 / NIAID-RML / Novel Coronavirus SARS-CoV-2Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 al microscopio
Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 al microscopio - Sputnik Italia, 1920, 06.08.2021
Seguici su
Continua il confronto tra Stati Uniti e Cina sulle origini della pandemia di COVID-19.
L'intelligence statunitense ha messo le mani sui dati del progetto genetico dei campioni di virus studiati presso l'Istituto di virologia di Wuhan.
Le agenzie, stando a quanto riportato dalla Cnn, che cita fonti anonime ma a conoscenza della questione, stanno al momento studiando le informazioni per determinare se i dati possano aiutare a fare chiarezza sulle origini del Covid.

All'emittente non sono state chiarite le modalità con le quali le agenzie di intelligence sono entrate in possesso di queste informazioni sensibili, ma le fonti hanno affermato che esse potrebbero essere il frutto di una violazione di computer collegati a server esterni basati su cloud che sono stati coinvolti nella creazione e nell'elaborazione dei dati.
Gli 007 statunitensi potrebbero dunque aver fatto uso dei laboratori nazionali del Dipartimento dell'Energia e dei loro supercomputer per elaborare i dati in questione.
Secondo quanto riferito, le agenzie di intelligence hanno dovuto affrontare diversi problemi nell'interpretazione delle informazioni, quali ad esempio la necessità di ingaggiare scienziati governativi dotati delle autorizzazioni di sicurezza appropriate e che conoscessero il cinese mandarino.
L'operazione sarebbe stata svolta in conformità con la richiesta del presidente Biden, che a maggio aveva chiesto all'intelligence di presentargli un nuovo rapporto sulle possibili origini del coronavirus entro la fine di agosto.
Biden ha presentato tale richiesta dopo che la sua amministrazione aveva fatto marcia indietro sulle sue precedenti ipotesi secondo cui il virus sembrava essere di origine naturale; una posizione, questa, sostenuta a lungo dalla Cina e dall'OMS.
Laboratorio P4 dell’Istituto di Virologia di Wuhan - Sputnik Italia, 1920, 22.07.2021
COVID-19, Cina: i criteri dell'OMS per la seconda fase delle indagini su origini sono "offensivi"

La diatriba sull'origine del COVID-19

Il rapporto sull'indagine delle agenzie di intelligence statunitensi arriva dopo oltre un anno e mezzo di aspre affermazioni, da una parte e dall'altra, di Stati Uniti e Cina sulle origini del Covid.
In questo arco temporale, Washington ha a più riprese sostenuto che il virus sarebbe fuoriuscito dal laboratorio di Wuhan, con tali affermazioni che sono state confutate da Pechino, secondo cui le forze armate statunitensi potrebbero aver diffuso il virus ai Giochi mondiali militari di Wuhan del 2019, oppure a causa di una perdita del laboratorio di Fort Detrick, nel Maryland.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала