Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Assalto alla nave Mercer Street, i paesi del G7 puntano il dito contro l'Iran

© REUTERS / Johan VictorLa petroliera Mercer Street
La petroliera Mercer Street - Sputnik Italia, 1920, 06.08.2021
Seguici su
Il comportamento dell'Iran minaccia la pace e la sicurezza internazionali, afferma una nota del G7 relativa all'attacco contro la petroliera Mercer Street, avvenuto a fine luglio nel Mar Arabico.
"Il comportamento dell'Iran, insieme al suo sostegno alle forze per procura e agli attori armati non statali, minaccia la pace e la sicurezza internazionali. Chiediamo all'Iran di interrompere tutte le attività incompatibili con le pertinenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e invitiamo tutte le parti a svolgere un ruolo costruttivo nel promuovere la stabilità e la pace regionali", si legge nella nota.
Secondo il documento, firmato dai ministri degli Esteri di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e USA, nonché dall'Alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza, "tutte le prove disponibili" indicano Teheran come il responsabile dell'attacco.
"Condanniamo l'attacco illegale commesso il 29 luglio a una nave mercantile al largo delle coste dell'Oman, in cui sono morti un cittadino britannico e un cittadino rumeno. E' stato un attacco doloso e mirato e una chiara violazione del diritto internazionale. Tutte le prove disponibili indicano l'Iran in maniera esplicita. Non c'è alcuna giustificazione per questo attacco", hanno osservato i paesi del G7.
Nella nota del G7 viene sottolineato che le navi devono navigare liberamente in conformità con le norme internazionali.
"Continueremo a fare tutto il possibile per proteggere la navigazione, da cui dipende l'economia globale, in modo che possa operare liberamente e senza essere minacciata da atti irresponsabili e violenti", aggiunge il documento.
Lo scorso 29 luglio la petroliera battente bandiera liberiana Mercer Street è stata attaccata nel Mar Arabico. Il gruppo proprietario della nave Zodiac Maritime appartiene all'uomo d'affari israeliano Eyal Ofer. Nell'attacco sono stati uccisi due membri dell'equipaggio: un cittadino rumeno e un cittadino britannico, presumibilmente, guardia di sicurezza della nave.
Washington ha accusato Teheran dell'attacco contro Mercer Street nel Mar Arabico con l'uso di un drone.
Il ministero degli Esteri dell'Iran in seguito ha definito le dichiarazioni di USA e Gran Bretagna sul coinvolgimento di Teheran negli attacchi contro la nave infondate e contraddittorie.
Israele ha affermato che "la persona direttamente responsabile del lancio del drone kamikaze" contro Mercer Street nel Mar Arabico è il comandante della divisione di droni delle Guardie della Rivoluzione Islamica iraniana, Saeed Ara Jani.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала