Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, gestori di palestre e ristoranti contro la misura: "Qui può entrare chiunque"

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 05.08.2021
Seguici su
Sulle porte e vetrine di palestre e bar spuntano i cartelli contro il lasciapassare sanitario che da domani diventerà obbligatorio per poter accedere ad attività al chiuso.
"Qui non chiediamo il green pass per entrare. Ce l'hai? Bene. Non ce l'hai? Va bene ugualmente. Noi vogliamo fare solo il nostro lavoro che non è quello di fare i controllori". Questa è il messaggio che si legge su un foglio affisso all'ingresso di una palestra di Borgetto, in provincia di Palermo.
David Daidone, il titolare della Gym Body Club, non fa mistero del suo attivismo No Vax: sull'immagine del suo profilo Facebook campeggia il badge "No Green Pass".
Accanto al cartello ha esposto un altro volantino con una citazione di Primo Levi, con l'intento di accostare le misure anti-contagio all'ascesa del nazismo.
La sua iniziativa riscuote successo tra alcuni followers, ma la sua attività non è l'unica a "ribellarsi".
Sempre in Sicilia il bar Rosalia di Palermo in via Ammiraglio Rizzo si schiera contro il green pass, facendo sapere ai clienti che l'accesso al locale non è precluso a nessuno.
“In questo esercizio possono entrare: bianchi, gialli, neri, omosessuali, marziani, animali vaccinati e non senza nessuna distinzione. Per noi i nostri affezionati clienti sono tutti uguali. Vi aspettiamo”, così si legge in un cartello esposto in vetrina.

Il green pass in vigore da venerdì

L'obbligo di green pass per accedere a palestre, piscine, musei, locali chiusi di bar e ristoranti, residenze e centri per anziani, scatterà da domani 6 agosto. La controversa misura che limita gli spostamenti esclusivamente di chi non può certificare di essere immune o negativo al Covid-19, ha scatenato le piazze italiane, sollevando dubbi sul fondamento democratico del provvedimento.
Tuttavia, mentre si lavora ad una possibile estensione sui mezzi di trasporto e per il personale scolastico, una circolare del ministero della Salute prevede il rilascio di un certificato di esenzione per chi è in ritardo o non può sottoporsi alla vaccinazione contro il Sars--CoV-2. Il documento potrà essere rilasciato per ragioni mediche con validità fino al 30 settembre 2021.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала