Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rachele Bruni non ce la fa nella maratona del nuoto e chiude la sua 10 km al 14.mo posto

© Sputnik . Владимир Астапкович / Vai alla galleria fotograficaOlimpiadi Tokyo 2020
Olimpiadi Tokyo 2020 - Sputnik Italia, 1920, 04.08.2021
Seguici su
Scende dal podio olimpico di 5 anni fa a Rio, dove aveva conquistato l’argento, per chiudere solamente 14.ma nella 10 km di fondo del nuoto Rachele Bruni, staccata di 2'39"4 dalla brasiliana Ana Marcela Cunha, assoluta protagonista.
Rachele Bruni (Firenze, 4 novembre 1990), in forza al Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito (C.S.O.E.), vincitrice della medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Rio nella maratona 10 km di nuoto totalizzando un tempo di 1h56'49", questa volta non ce l’ha fatta.
"Ho sofferto subito, ho cercato di restare nel primo gruppo, ma quando hanno fatto lo strappo finale non ce l'ho fatta. Non era atteso questo risultato, provo rabbia, mi dispiace veramente tanto. Ero ma ho accusato la gara veloce fin da subito, ho cercato di stare nel gruppo in fondo per non consumare energie ma ne ho consumate tante, troppe", ha confessato la Bruni ai microfoni RAI dopo la prova inferiore alle aspettative nella acque dell'Odaiba Marine Park.
Prima la brasiliana Ana Marcela Cunha, assoluta protagonista della gara, seguita dall'olandese van Sharon Rouwendaal e dall'australiana Kareena Lee.
Nella giornata olimpica è da segnalare la spettacolare gara nei 400 metri ostacoli femminili dove l'americana Sydney McLaughlin ha vinto l’oro facendo registrare il nuovo record del mondo in 51''46, migliorando il 51''90 da lei stessa detenuto. Tutto ciò è avvenuto il giorno dopo l’altro record del mondo nella stessa specialità, ma tra gli uomini, del norvegese Warholm.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала