Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

M5S, via libera al nuovo statuto di Conte. Domani il voto per eleggere l'ex premier

© Filippo AttiliGiuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino
Giuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino - Sputnik Italia, 1920, 04.08.2021
Seguici su
Il nuovo statuto e la Carta dei valori sono stati approvati dall'87 per cento dei votanti sulla nuova piattaforma Skyvote. L''ex premier Conte: "Grande festa di partecipazione democratica".
Con l’87,36 per cento di sì, circa 53mila voti, ieri è stato approvato il nuovo statuto del Movimento 5 Stelle, assieme alla Carta dei valori. Il voto si è tenuto per la prima volta su Skyvote, che ha mandato in pensione Rousseau, la piattaforma gestita dall’associazione di Casaleggio Jr.
Ad annunciare i risultati della consultazione è stato il reggente, Vito Crimi, che ha anche convocato per domani alle 10 l’inizio della votazione per incoronare l’ex premier Giuseppe Conte leader del Movimento. Le operazioni si concluderanno il 6 agosto alle 22.
Ad esprimersi sul nuovo statuto sono stati in tutto 60.940 attivisti. La maggioranza dei 113.894 che si sono iscritti sul nuovo portale. “Il quorum, pari alla metà degli aventi diritto al voto, è stato ampiamente superato”, ha detto Crimi, citato dall’Adnkronos, garantendo che la regolarità delle consultazioni è stata confermata anche da un notaio.
Il nuovo statuto, ha commentato, è “una vera e propria rivoluzione in termini di identità di un Movimento che punta al 2050".
Il leader in pectore del “nuovo” M5S sui social parla di “grande festa di partecipazione democratica”.
"Ringrazio di cuore tutte coloro e tutti coloro che hanno partecipato a queste giornate di democrazia che consolidano e danno forma questo ambizioso progetto, che ci ha impegnato per mesi”, ha scritto Conte in un post su Facebook, ringraziando Crimi per aver “seguito con grande dedizione questa delicata fase di transizione”.
“Con il nuovo statuto – chiarisce Conte - il Movimento si dota di una nuova struttura, con nuovi organi e nuovi ruoli, con nuove norme utili a regolare la vita interna e i rapporti verso l'esterno. Molti principi sono invece confermati, valorizzati e rafforzati: tra questi quello della democrazia diretta e partecipata, che resta elemento fondativo della nostra comunità”.
“Crediamo – si legge ancora nel post - nella democrazia partecipata quale motore per dare ancora più forza alla nostra presenza sui territori e nelle istituzioni”.
Il voto è arrivato dopo settimane complesse, contrassegnate da tensioni sfociate in vero e proprio scontro tra il garante del Movimento, Beppe Grillo, e lo stesso Conte.
Alla fine si è raggiunto un compromesso sul nuovo statuto che, come ricorda Fanpage, si compone di 25 articoli, ed è corredato da una Carta dei principi e dei valori che contiene la nuova “identità politica” del M5S.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала