Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il riscaldamento globale ucciderà più persone della seconda guerra mondiale

© AP Photo / Branden CampInquinamento dell'ambiente
Inquinamento dell'ambiente - Sputnik Italia, 1920, 04.08.2021
Seguici su
Circa 83 milioni di persone, equivalenti alla popolazione della Germania, perderanno la vita entro il 2100 a causa dell'innalzamento delle temperature causato dalle emissioni di gas serra.
Un'indagine condotta dall'Earth Institute della Columbia University, ha rivelato le cifre drammatiche sulla mortalità derivante dal riscaldamento globale. Ciò potrebbe influenzare il modo in cui i mercati valutano l'inquinamento da carbonio. La novità di questo studio riguarda l’introduzione di nuove metriche che aiutano a capire come il mondo potrebbe mutare a causa del cambiamento climatico.
L'obiettivo è fare in modo tale che i principali generatori di gas serra tengano conto del costo, in termini di vite, che possono avere sulla popolazione.
"Sulla base delle decisioni prese da individui, aziende o governi, questo ti dice quante vite saranno perse o salvate. Quantifica l'impatto di tali decisioni sulla mortalità riducendo le domande a un livello più personale e comprensibile", ha affermato Daniel Bressler, autore dello studio pubblicato sulla rivista Nature Communications.
Bressler ha utilizzato i modelli sviluppati dall'economista del clima di Yale e vincitore del premio Nobel, William Nordhaus, per calcolare il numero di decessi causati direttamente dal caldo se viene mantenuto l'attuale tasso di emissioni.
Finora il pianeta si è riscaldato di circa 1,1 °C rispetto alle epoche preindustriali. Il nuovo studio mostra che dal 2100 il pianeta sarà più caldo di 4,1 ºC.
Questa stima della mortalità causata da questo aumento non tiene tuttavia conto delle persone che potrebbero morire per l'innalzamento del livello dei mari, di super tempeste, scarsi raccolti o cambiamenti nei modelli di malattia sconvolti dal riscaldamento globale.
Quindi il numero di morti previste, che si avvicina al numero di persone che hanno perso la vita nella seconda guerra mondiale, potrebbe essere considerevolmente più alto.
Una foto della Terra presa dall'ISS - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2019
Terra in pericolo: catastrofe causata dal riscaldamento globale

Il costo sociale della CO2

Il costo sociale dell’anidride carbonica è un indicatore che cerca di stabilire il costo economico causato da una tonnellata aggiuntiva di CO2 emessa in atmosfera dalle attività economiche, dal benessere sociale e dagli ecosistemi.
Quel prezzo dell'inquinamento, che integra i mercati del carbonio come il sistema di scambio di quote di emissione dell'Unione europea, aiuta i governi a definire le politiche tenendo conto dei danni futuri.
L'amministrazione Biden ha stabilito il costo sociale del carbonio a 51 dollari, e sebbene sia stato accolto da molti come un passo importante che dimostra l'impegno degli Stati Uniti nei confronti del cambiamento climatico, altri ritengono che dovrebbe essere più alto.
Un costo più elevato dell'inquinamento da carbonio potrebbe portare immediatamente a ulteriori tagli alle emissioni, che a loro volta potrebbero salvare vite umane.
Pertanto, la ricerca di Bressler suggerisce che il costo sociale del carbonio dovrebbe essere significativamente più alto, circa $ 258 per tonnellata, se le economie mondiali vogliono ridurre i decessi dovuti al riscaldamento globale.
Attualmente, si stima che il volume di inquinamento emesso durante la vita di tre residenti americani medi contribuisca alla morte di un'altra persona. Secondo Bressler, ci si possono aspettare tassi di mortalità più elevati nelle regioni più calde e più povere come l'Africa, il Medio Oriente e l'Asia meridionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала