Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

ORO dalla vela: Ruggero Tita e Caterina Banti conquistano il quinto titolo olimpico per l’Italia

© REUTERS / Carlos Barria Ruggero Tita e Caterina Banti conquistano l'oro nella vela
Ruggero Tita e Caterina Banti conquistano l'oro nella vela - Sputnik Italia, 1920, 03.08.2021
Seguici su
Il trentino Ruggero Tita, 29 anni, e la romana Caterina Banti, 34, hanno conquistato il titolo olimpico nella specialità catamarano misto foiling ‘Nacra 17’ dopo aver dominato gran parte del calendario gare. È il quinto oro per l’Italia.
“Il nostro punto di forza è che siamo super coordinati e sincronizzati”, ha spiegato così Caterina Banti il segreto del successo in questa specialità che, in effetti, richiede la capacità di muoversi in sincrono non solo tra i due velisti ma anche con la barca stessa che letteralmente ‘vola’ sull’acqua.
Ai due velisti italiani sarebbe bastato un sesto posto quand’anche i rivali britannici fossero riusciti a vincere per totalizzare più punti e vincere. E sesto posto è stato, con i britannici che hanno concluso appena avanti a loro al quinto posto.
Un piazzamento che fa pensare ad un logico gioco di tattica da parte dei nostri campioni, che potrebbero aver voluto ‘marcare a vista’ gli avversari sapendo di non dover far altro che gestire un ampio vantaggio dopo l’intera medal race dominata.
Delle 13 gare precedenti la coppia Tita / Banti ne aveva vinte 4, altri 4 erano stati i secondi posti e 2 i terzi. Il risultato peggiore era stato un ottavo posto in gara 7. Il vantaggio nei confronti del duo John Gimson / Anna Burnet era incolmabile e lo è rimasto.
Un risultato frutto di una lunga preparazione e introdotto da un intero quadriennio preparatorio a queste olimpiadi nel quale avevano vinto quasi tutto il palmares disponibile: tre titoli europei (2017, 2018 e 2020), un titolo mondiale (2018), oltra a piazzamenti di vertice in Coppa del Mondo e riconoscimenti quali il premio Velista dell’anno FIV, vinto per ben due volte.
Il catamarano misto foiling Nacra 17, prevede un equipaggio formato da un uomo e una donna, indipendentemente dal ruolo di timoniere o prodiere, con derive a foil che consentono agli scafi di sollevarsi e ‘volare’ sull’acqua. In questo modo l’imbarcazione, chiamata Nacra 17, standard per tutti gli equipaggi, sviluppa velocità molto elevate e richiede tecniche di conduzione, abilità e capacità di coordinamento estreme da parte di timoniere e prodiere che si trovano esposti per la maggior parte della gara fuori del trapezio a controbilanciare la vela.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала