Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid: Ulss Polesana sospende 12 operatori sanitari per mancata vaccinazione

© REUTERS / Heo RanSiringa con il vaccino anti-COVID
Siringa con il vaccino anti-COVID - Sputnik Italia, 1920, 03.08.2021
Seguici su
L'Ussl della provincia di Rovigo ha deciso di sospendere i 12 operatori sanitari che non hanno fornito valide giustificazioni per la mancata vaccinazione contro il Covid.
La Direzione Generale dell'Azienda Ulss 5 polesana ha reso noto che stanno diventando operative le sospensioni dei professionisti che hanno rifiutato la somministrazione del vaccino anti-Covid senza presentare un'adeguata giustificazione.

"Più precisamente, per l'Azienda Ulss 5 di Rovigo la sospensione interessa 12 operatori, appartenenti a varie categorie e servizi aziendali. Tra loro, un medico, un educatore professionale, e 10 infermieri", ha spiegato il Direttore Generale Patrizia Simionato, citato dall'Ansa.

L'atto di sospensione dall'attività lavorativa e professionale sarà valido fino al prossimo 31 dicembre 2021, ma può essere revocato nel caso in cui l'operatore presenti il certificato di avvenuta vaccinazione.

"Il provvedimento non avrà conseguenze dirette sui servizi erogati ai cittadini, infatti, la Direzione Generale ha provveduto a disegnare una nuova organizzazione dei servizi interessati, attraverso un distribuzione e nuova collocazione interna di altro personale", ha aggiunto il Direttore Simoniato.

In precedenza oggi si è saputo che l'Ulss 6 Euganea (Padova) ha sospeso i primi sei sanitari no-vax, che nell'ambito del procedimento previsto, avevano inequivocabilmente espresso il rifiuto alla vaccinazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала