Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid-19: vaccini cinesi possono proteggere contro la variante Delta, afferma l'esperto

© AP Photo / Esteban FelixIn vaccino cinese anti-COVID Sinovac
In vaccino cinese anti-COVID Sinovac - Sputnik Italia, 1920, 03.08.2021
Seguici su
Il principale epidemiologo cinese Zhong Nanshan ha affermato che la Cina ha bisogno di vaccinare circa l'83% della sua popolazione per ottenere l'immunità di gregge. Ha anche rivelato che tutti i 13 infettati gravi della variante Delta nel focolaio COVID-19 di Guangzhou a maggio non avevano ricevuto il vaccino.
Zhong ha fatto alcune osservazioni sabato durante un discorso a Guangzhou, nella provincia del Guangdong, nella Cina meridionale.
In mezzo a nuovi focolai di COVID-19 in più città sparse in tutta la Cina, Zhong ha detto che la Cina ha somministrato la maggior parte delle dosi di vaccino nel mondo, ma la percentuale di vaccinazione per 100 persone non è elevata a causa della grande popolazione, ha riferito lunedì Qianjiang Evening News.
Per ottenere l'immunità di gregge attraverso la vaccinazione la Cina deve somministrare il preparato all'83% della popolazione, ha riferito Zhong.

Vaccini cinesi efficaci contro la variante Delta

Secondo quanto riferito da Zhong i vaccini cinesi contro il Covid sono in grado di proteggere le persone contro la variante Delta. A favore di questa tesi gli studi di circa 100 pazienti COVID-19 che sono stati infettati con la variante a Guangzhou a maggio.
Di fatto l'epidemiologo ha ribadito che i 13 casi gravi di infezione dalla variante Delta del Covid registrati a maggio a Guangzhou non avevano ricevuto vaccinazioni.
Zhong ha aggiunto che gli studi preliminari hanno rilevato che i vaccini cinesi sono al 100% protettivi contro i casi gravi e il 76,9%, il 67,2% e il 63,2% protettivi contro i casi moderati, i casi lievi e le infezioni asintomatiche, rispettivamente, secondo Qianjiang Evening News.
Ambulanza a Pechino - Sputnik Italia, 1920, 23.07.2021
In Cina segnalati 3 contagi da influenza aviaria H5N6, c'è anche un decesso
Confrontandola con l'epidemia di Guangzhou, Zhong ha detto che il nuovo focolaio di Nanjing si è diffuso in aree più ampie, il che merita grande attenzione, ma quest'ultimo si è detto fiducioso che l'epidemia possa essere controllata in circa 10-14 giorni grazie alle misure efficaci adottate dal governo locale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала