Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccini, da settembre nel Regno Unito 32 milioni di cittadini riceveranno la terza dose

© REUTERS / Geoff Caddick / PoolПремьер-министр Великобритании Борис Джонсон с медсестрой во время посещения центра вакцинации от коронавируса в Кумбране
Премьер-министр Великобритании Борис Джонсон с медсестрой во время посещения центра вакцинации от коронавируса в Кумбране - Sputnik Italia, 1920, 02.08.2021
Seguici su
La decisione del governo di Boris Johnson si basa su uno studio che certifica il calo di efficacia dei vaccini dopo alcuni mesi. Coinvolto quasi un cittadino su due, tra over 50 e immunodepressi.
A partire dal prossimo 6 settembre 32 milioni di cittadini britannici potrebbero ricevere la terza dose di vaccino.
Ad essere immunizzati con una quantità ulteriore di anticorpi, secondo quanto riferisce il Daily Telegraph, saranno i soggetti più fragili: pazienti immunodepressi e in generale tutti gli over 50, quelli più a rischio di sviluppare la forma grave della malattia. Si tratta, all’incirca, della metà della popolazione del Regno Unito.
La nuova campagna partirà entro un mese e dovrebbe andare avanti fino a dicembre, con una media di 2,5 milioni di somministrazioni a settimana. Per raggiungere l’obiettivo saranno coinvolte, riferisce la stampa britannica, almeno 2mila farmacie, in modo tale da permettere a medici e strutture sanitarie di dare la priorità alle operazioni e agli screening rimandati per colpa della pandemia.
Finora nel Paese sono state somministrate 85,1 milioni di dosi, con l’88,6 per cento della popolazione adulta che ha ricevuto almeno una dose e il 72.5 per cento che ha già completato il ciclo vaccinale.

Secondo lo Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage) del governo di Boris Johnson, però, la protezione offerta dal vaccino contro l’infezione potrebbe svanire entro un certo periodo di tempo.

“È possibile, quindi, – si legge nel dossier citato dall’agenzia Reuters e redatto da un gruppo di virologi dell’Imperial College di Londra, dell’Università di Birmingham e del Public Health England – che la campagna vaccinale contro il Sars-Cov-2 proseguirà nei prossimi anni, anche se ancora non si conosce quale sia la frequenza ottimale con la quale eseguire i richiami per proteggere i fragili dalla malattia da Covid”.
Vaccinazione con lo Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 01.08.2021
Vaccino, ipotesi terza dose. Ma gli esperti si dividono: "Rischio aumento effetti avversi"
Non è chiaro neppure con quale tipologia di vaccino, se con tecnologia a mRna o a virus inattivato, verranno somministrate le dosi successive.
Anche Israele ha già iniziato a somministrare la terza dose del vaccino Pfizer agli over 60 per contrastare la diffusione della variante Delta, che secondo il ministero della Salute di Tel Aviv avrebbe provocato un calo dell’efficacia dei vaccini nella protezione contro l’infezione, e, in rari casi, anche contro lo sviluppo delle sue conseguenze gravi.
Nel Regno Unito, dopo il calo delle scorse settimane, i contagi sono di nuovo in aumento per effetto delle riaperture di fine luglio. Ma il numero dei ricoveri e dei decessi resta contenuto, per effetto della campagna vaccinale.
Una ragazza guida la bicicletta in città - Sputnik Italia, 1920, 17.07.2021
Terza dose contro la variante Delta? L’Ema per ora frena
Tra le incognite, però, c’è proprio la durata della protezione del vaccino e lo scetticismo dei giovani. Solo il 60 per cento degli under 30, infatti, ha scelto di vaccinarsi.
Per incoraggiarli una serie di aziende, come Uber, Bolt, Deliveroo e Pizza Pilgrims, d’accordo con il governo, hanno scelto di offrire sconti ai clienti che hanno effettuato il vaccino.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала