Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rigettato ricorso operatrice sanitaria no-vax: sospensione senza stipendio "misura proporzionata"

© AP Photo / Ginnette RiquelmeUn operatore sanitario tiene una siringa con il Vaccino Pfizer
Un operatore sanitario tiene una siringa con il Vaccino Pfizer  - Sputnik Italia, 1920, 02.08.2021
Seguici su
Il fatto è avvenuto a Terni. La donna si era rifiutata di farsi vaccinare contro il Covid in quanto sosteneva di non sapere effetti e possibili controindicazioni.
Senza lavoro e senza stipendio per il no alla vaccinazione contro il Covid: aveva cercato di annullare questo provvedimento un'operatrice socio-sanitaria impiegata nella cooperativa sociale Actl New mediante il tribunale di Terni, ma la giudice Michela Francorsi in data 1° luglio aveva rigettato il ricorso.
Oggi sono state depositate le motivazioni della sentenza. Alla base del no al ricorso della lavoratrice, a stretto contatto con anziani non auto-sufficienti, la giudice ha ritenuto che
"è imposto al lavoratore l’obbligo di prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni od omissioni, nonché quello di osservare le disposizioni e le istruzioni impartite dal datore di lavoro e di utilizzare i dispositivi di protezione messi a disposizione", riporta un passaggio della sentenza Il Fatto Quotidiano.
Anche se il rifiuto alla vaccinazione della donna era dettato dai dubbi sul vaccino e dalla poca chiarezza e mancanza di informazioni su effetti collaterali e controindicazioni, la giudice ha stabilito il datore di lavoro ha legittimamente interrotto la collaborazione di lavoro "fino a completa vaccinazione".
"Tale determinazione, che appare scevra da ogni giudizio sui convincimenti personali della lavoratrice, si ritiene adeguata e proporzionata nella misura in cui non elide istantaneamente e in via irrecuperabile il rapporto ma si limita temporaneamente a sospendere l’efficacia del rapporto".
In precedenza Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, aveva paragonato i medici che non credono ai vaccini agli ingegneri che non credono ai numeri.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала