Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministro della Sanità norvegese: gli insegnanti lavoreranno in sicurezza con una sola vaccinazione

© Sputnik . Eduard PesovTromso, Norvegia
Tromso, Norvegia - Sputnik Italia, 1920, 02.08.2021
Seguici su
Il ministro della Sanità norvegese Bent Høie ha affermato che gli insegnanti sono sufficientemente protetti per l'inizio dell'anno scolastico.
Il governo attualmente prevede di far funzionare le scuole a livello "verde", con l'insegnamento e la vita scolastica quotidiana in modalità normale, a dimostrazione del fatto che la situazione sarebbe sotto controllo.
“Abbiamo provveduto a proteggere gli insegnanti con la prima dose prima dell'inizio della scuola. La mia impressione è che molti comuni abbiano seguito le indicazioni e quindi saranno più protetti di quanto non sarebbero stati altrimenti", ha detto il ministro conservatore, citato dal quotidiano Verdens Gang.
Gli studenti dovrebbero comunque evitare il contatto fisico e praticare una buona igiene delle mani e gli studenti malati non dovrebbero frequentare la scuola. Anche gli asili nido e i doposcuola apriranno come di consueto la prossima settimana (in Norvegia l’anno scolastico inizia ad agosto).
Nelle aree con una maggiore pressione di infezione, la scuola inizierà al livello "giallo". Tra le altre regole applicate, le classi scolastiche non potranno mescolarsi tra loro e i dipendenti dovranno mantenere una distanza maggiore dagli alunni.
Lezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia - Sputnik Italia, 1920, 30.07.2021
Scuola, il piano per il rientro in presenza: no al test e all'obbligo vaccinale
Durante la conferenza con i media Høie, rispondendo a una domanda, ha spiegato che non vi è necessità di una protezione completa prima di ricevere circa 30 bambini in un'aula.
"Crediamo che essere protetti con la prima dose sia sufficiente", ha detto.
L'assistente alla direzione presso il National Institute of Public Health (FHI), Gun Peggy Knudsen, ha ampiamente concordato con l'analisi di Høie.
"Questa è una domanda a cui è difficile rispondere concretamente, ma dobbiamo tenere conto del fatto che si ottiene già una buona protezione da una sola dose di vaccino", ha affermato, sottolineando che alla stragrande maggioranza degli adulti norvegesi verrà offerta la prima dose prima dell'inizio della scuola e che i comuni hanno il diritto di dare la priorità ai dipendenti delle scuole e degli asili.
A metà luglio, circa il 65% dei dipendenti nelle scuole e negli asili ha ricevuto la prima vaccinazione contro il COVID-19, mentre il tasso di vaccinazione complessivo degli adulti ha raggiunto l'80%.
Tuttavia, nonostante i progressi della vaccinazione, la Norvegia ha visto una tendenza all'aumento delle infezioni nelle ultime settimane, spingendo le autorità a rinviare ancora una volta la piena riapertura promessa. Ad oggi, la Norvegia, una nazione di 5,3 milioni di abitanti, ha visto quasi 140.000 casi di COVID-19, con 800 decessi.
Allo stesso tempo, nella vicina Danimarca, i parzialmente vaccinati costituiscono circa un quinto dei recenti casi di COVID 19. Lo State Serum Institute ha concluso che la variante Delta, che rappresenta il 91,2% di tutte le nuove infezioni, è in grado di infettare anche i soggetti completamente e parzialmente vaccinati molto più facilmente rispetto ai ceppi precedenti, abbassando il tasso di protezione dei vaccini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала