Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Italiani vaccinati nelle basi Usa restano senza green pass, la beffa

© Sputnik . Evgeny UtkinManifestazione No Green Pass, Milano 31.07
Manifestazione No Green Pass, Milano 31.07 - Sputnik Italia, 1920, 02.08.2021
Seguici su
Circa un migliaio di impiegati italiani delle basi militari statunitensi di Capodichino (Napoli) e Gricignano d’Aversa (Caserta), sono stati vaccinati dalle autorità sanitarie statunitensi presenti nelle rispettive basi.
Ora che sono completamente vaccinati, però, non possono ricevere il green pass dal governo italiano.
Una assurda beffa se si pensa che nelle basi Nato il vaccino somministrato è stato il Moderna ed è giunto direttamente dagli USA anticipando i tempi della campagna vaccinale italiana.
Il vaccino contro il coronavirus della società farmaceutica Moderna, tra l’altro, è stato approvato anche dall’Ema e dall’Aifa e milioni di altri italiani hanno il green pass grazie a quel vaccino.
Il pasticcio è tutto in una ordinanza del Ministero della Salute che ha escluso dalla ricezione del green pass tutti coloro i quali hanno ricevuto il vaccino in nazioni extra europee, compresi i territori extra territoriali come le basi Nato.
Nelle medesime condizioni anche centinaia di lavoratori laziali che hanno ricevuto il vaccino in paesi extra Ue e che rischiavano di restare senza il passaporto vaccinale. In questo caso la Regione Lazio è intervenuta attraverso l’assessorato alla Sanità mettendo una pezza ed ha distribuito il green pass a questi lavoratori.
Tuttavia, anche l’Asl di Caserta ha fatto sapere che i dati dei lavoratori sono stati inseriti a sistema e che presto riceveranno l’authcode per scaricare il green pass.
Fanpage afferma che il problema è avvenuto per ragioni burocratiche, con l’Asl che non ha potuto caricare i dati nel sistema sanitario nazionale. Il comando militare Usa presente in Campania aveva proceduto alla vaccinazione e al rilascio di un certificato ufficiale con tutti i dati richiesti dalle normative europee ed italiane.
“L'Asl di Caserta ha collaborato con l'Us Navy fornendo proprio personale per le somministrazioni dei vaccini negli scorsi mesi. Ma c'è stato questo inconveniente del Green Pass. I lavoratori sono stati registrati tutti negli ultimi giorni. Ha provveduto direttamente Soresa. Il problema è stato risolto. Poiché erano vaccini che non appartenevano a quelli in uso dalla Comunità Europea, non erano tra quelli caricabili in piattaforma. Si sono dovuti caricare tutti i lotti soggetto per soggetto”, così spiega l’Asl parlando con il sito d’informazione web Fanpage.
A Verona manifestazione contro il Green Pass al grido di “libertà” - Sputnik Italia, 1920, 01.08.2021
A Verona manifestazione contro il green pass al grido di “libertà”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала