Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Premier neozelandese Ardern si scusa per il giro di vite degli anni 1970 sugli isolani del Pacifico

© AP Photo / Charles Platiau/Pool PhotoJacinda Ardern
Jacinda Ardern - Sputnik Italia, 1920, 01.08.2021
Seguici su
Il primo ministro neozelandese, Jacinda Ardern, domenica ha porto le scuse per il giro di vite sull'immigrazione negli anni 1970 contro gli abitanti delle isole del Pacifico, noto come Dawn Raids.
“Oggi, mi presento a nome del governo neozelandese per porgere le scuse formali e senza riserve alle comunità del Pacifico per l'attuazione discriminatoria delle leggi sull'immigrazione degli anni 1970, che hanno portato agli eventi dei Dawn Raids. Il governo esprime il suo dolore, rimorso e rammarico per il fatto che i Dawn Raids e i controlli sommari della polizia si siano verificati e che queste azioni non siano mai state considerate inappropriate", ha detto la Ardern.
Come in una cerimonia tradizionale samoana, in cui le persone chiedono o ricevono perdono, il primo ministro si è presentato su una stuoia drappeggiata ed era con diversi ministri e deputati presso il municipio di Auckland.
All'inizio degli anni 1970, quando la Nuova Zelanda soffriva di una forte crisi economica e di disoccupazione, le autorità condussero raid mattutini nelle case e nei luoghi di lavoro di persone provenienti dalle isole del Pacifico che avevano i loro visti scaduti. Le operazioni portarono alla deportazione di individui verso i loro paesi d'origine e all'incriminazione di migliaia di abitanti delle isole del Pacifico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала