Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Incendi in Sicilia, è mobilitazione nazionale dopo firma dpcm di Draghi

© FotoIncendi in Sicilia
Incendi in Sicilia - Sputnik Italia, 1920, 01.08.2021
Seguici su
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato ieri sera un dpcm con cui ha dichiarato la mobilitazione nazionale per aiutare la Sicilia che brucia.
A seguito di una richiesta avanzata dalla Regione Siciliana, la Presidenza del Consiglio dei ministri ha allertato il sistema di protezione civile.
“Il Dipartimento è dunque al lavoro per coordinare l’invio di volontari, delle organizzazioni nazionali e delle colonne mobili regionali, che opereranno a supporto delle attività di spegnimento dei roghi. Questa mattina si è svolta una riunione di aggiornamento durante la quale è stata confermata la partenza per la Sicilia, nella giornata di oggi, di squadre provenienti da Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto e dalle province autonome di Trento e Bolzano”, scrive la Protezione civile.

La mano delle mafie

Nelle ultime ore si è fatta avanti una ipotesi inquietante, secondo le informazioni ricevute dalla Commissione antimafia che sta indagando sugli incendi alcuni proprietari terrieri siciliani sarebbero stati avvicinati da intermediari che chiedevano ai primi di cedere i propri terreni, scrive La Repubblica.
Lo scopo della cessione realizzare impianti fotovoltaici sui terreni agricoli. In Sicilia, infatti, il fotovoltaico sta soppiantando l’agricoltura perché ritenuto più redditizio e meno faticoso.

La polemica Curcio - Musumeci

Il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha ricordato che “le responsabilità nell'ambito di ciò che si fa contro gli incendi boschivi sono chiare: le norme prevedono che la lotta attiva sia di competenza delle Regioni, e la lotta attiva non è solo spegnimento, ma anche sorveglianza, avvistamento”, scrive l’Ansa.
La Cgil regionale lancia accuse gravissime, affermando che i Vigili del fuoco non sarebbero messi in condizione di far fronte alle emergenze per “precise e chiare responsabilità politiche”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала