Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cuba riceve la prima nave con 612 tonnellate di aiuti umanitari dal Messico

CC BY-SA 2.0 / Pedro Szekely / HavanaUna via dell' Avana
Una via dell' Avana - Sputnik Italia, 1920, 31.07.2021
Seguici su
Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador aveva annunciato ad inizio settimana l'invio di aiuti umanitari a Cuba e condannato il blocco economico imposto dagli Stati Uniti.
La nave della marina messicana Libertador Bal-02 è arrivata a Cuba con 612,5 tonnellate di aiuti umanitari, ha riferito l'agenzia di stampa Prensa Latina. Il bastimento è stato accolto dal ministro cubano per il Commercio Estero e gli Investimenti, Rodrigo Malmierca, riferisce Prensa Latina.
Il Messico ha inviato alimenti e forniture mediche per sostenere Cuba nella peggiore recrudescenza di contagi Covid-19, che l'isola caribica ha finora affrontato. La spedizione include siringhe, maschere, bombole di ossigeno, oltre a latte in polvere, fagioli, farina di frumento, scatolette di tonno e olio commestibile. Inoltre è stato inviato gasolio, anche si non sono state rese pubbliche le quantità inviate.
Malmierca ha sottolineato che la nazione sta attraversando un momento difficile a causa dell'inasprimento del blocco economico e commerciale da parte degli Stati Uniti e ha promesso di distribuire gratuitamente i beni donati tra la popolazione.
Il presidente Messicano aveva annunciato ad inizio settimana la partenza di due navi con aiuti umanitari diretti a Cuba. In quest'occasione si è rivolto al presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, chiedendo di porre fine al blocco unilaterale che da decenni Washington impone su Cuba.
"Dobbiamo separare il politico dall'umanitario, la vita è la cosa più importante, è il principale diritto umano", ha affermato il presidente condannando l'embargo su Cuba.
Il Messico è uno dei tanti Paesi che a fine giugno ha votato all'Onu contro il blocco statunitense. Secondo quanto riportato da El Pais, AMLO l'invio di aiuti umanitari è un'azione coerente con quel voto.
“Abbiamo preso la decisione, per solidarietà, di fronte a questa situazione di blocco, volendo sottomettere politicamente il popolo di Cuba, al governo di Cuba, abbiamo deciso di aiutare, di essere solidali con questo blocco, perché non basta votare ogni anno all'Onu contro il blocco”, ha dichiarato.
In precedenza il Messico ha proposto una campagna di aiuti nei confronti di Cuba in seno alla Celac, di cui attualmente detiene la presidenza.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала