Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Le Foche: “Spero che si possa vaccinare dai sei anni per una scuola in sicurezza”

© Foto : ©️ Andrea SabbadiniCentro vaccini anti Covid-19 all'interno della "Nuvola", il Centro congressi dell'Eur di Roma
Centro vaccini anti Covid-19 all'interno della Nuvola, il Centro congressi dell'Eur di Roma - Sputnik Italia, 1920, 29.07.2021
Seguici su
La terza dose è sempre più probabile per gli immunodepressi e i fragili. E sulla vaccinazione eterologa: aumenta l’efficacia.
Il vaccino contro il coronavirus è sicuro, mette al riparo dalla malattia grave, l’eterologa è ancora più efficace e l’auspicio è che si possano vaccinare i bambini dai sei anni in su.
È questa la posizione dell’immunologo Francesco Le Foche, esperto del Policlinico Umberto I di Roma che al Corriere della Sera spiega tutte le ragioni delle sue convinzioni.
“Il vaccino non solo mette al riparo il singolo dalla malattia grave, ma riduce la circolazione del virus nella popolazione e, quindi, l’emergere delle varianti”, spiega Le Foche.
Per l’immunologo i giovani hanno “una propensione al vaccino e non solo perché, poi, possono andare in discoteca, ma perché ne hanno capito l’importanza” invece gli ultrasessantenni “sono restii”.

Il vaccino è sicuro

Ancora una volta l’esperto smentisce che i vaccini possano avere effetti collaterali legati alla loro produzione e alle tecniche utilizzate, che sono impiegate da anni anche per i farmaci oncologici.
“La proteina spike del vaccino viene subito ‘captata’ dalle cellule del sistema immunitario e, successivamente, stimola la produzione di anticorpi e l’attivazione di altre cellule della difesa immunitaria”, spiega parlando di uno dei punti controversi dei sieri per l’immunizzazione.

Terza dose e vaccini anche dai sei anni

Le Foche torna poi su tre punti: la terza dose, sieri diversi tra prima e seconda e l’età minima per la vaccinazione.
“Una seconda dose diversa aumenta di molto l’efficacia ed è garanzia di una migliore immunizzazione”, dice.
“Verosimilmente” ci sarà bisogno di una terza dose per “le persone che assumono farmaci immunosoppressivi, per i trapiantati e per persone con patologie particolari”, aggiunge.
E sul vaccino ai più giovani auspica che “si possa partire anche dai sei anni. La vaccinazione è importante per portare i ragazzi a scuola in sicurezza”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала