Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Suicida De Donno, il medico pioniere della cura al plasma iperimmune. Mistero sui motivi del gesto

CC0 / / Blood plasma bags
Blood plasma bags - Sputnik Italia, 1920, 28.07.2021
Seguici su
L'ex primario di Pneumologia dell'ospedale Carlo Poma di Mantova è stato ritrovato privo di vita nella sua abitazione. Fu il primo medico a curare i malati di Covid-19 con le trasfusioni del plasma iperimmune.
E' morto suicida il dottor Giuseppe De Donno, il medico pioniere delle terapie al plasma iperimmune per i malati di Covid-19. La salma è stata ritrovata martedì sera nell'appartamento di Curtatone, alle porte di Mantova. Non sono chiare le circostanze del rinvenimento né le ragioni del gesto, secondo quanto si apprende dall'agenzia Ansa.
De Donno aveva 54 anni e da giugno si era dimesso dall'ospedale Carlo Poma di Mantova, dove aveva lavorato per anni come primario di Pneumologia, per iniziare la nuova professione di medico di base a Porto Mantovano.
Il suo nome era balzato agli onori delle cronache quando, durante il primo lockdown della primavera 2020, aveva iniziato a curare i malati di Covid-19 con trasfusioni di plasma ricco di anticorpi di ex pazienti positivi. Nonostante i successi ottenuti in termini di vite umane salvate, questa terapia è stata successivamente abbandonata sulla base di studi internazionali che ne hanno ridimensionato l'efficacia nella lotta contro il coronavirus.
L'ex primario viveva a Eremo, frazione di Curtatone, assieme alla moglie e alla figlia. Secondo le prime notizie riferite da Tgcom24, si sarebbe tolto la vita impiccandosi, senza lasciare un messaggio di spiegazioni. Le cause potrebbero essere ricercate sia nella vita personale che lavorativa.
"Aveva investito moltissimo anche nelle ricerche sul plasma, cura che ora è stata abbandonata ma che nonostante tutto aveva dato i suoi frutti. L'abbandono del plasma per altre cure per lui è stato sicuramente un colpo decisamente difficile da gestire", afferma il direttore dell'Asst di Mantova, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera.
Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha espresso il cordoglio per la morte di De Donno in una breve nota pubblicata su Twitter.
"Non ci volevo credere. Perdiamo una persona, un grande medico, che durante il Covid ha lottato come un leone per salvare bella di vite, spesso contro tutto e tutti. Buon viaggio Giuseppe, lasci un vuoto grande.", si legge nel tweet di Salvini.

"Vogliono zittirmi"

In passato il dottor De Donno aveva denunciato pubblicamente un presunto tentativo di oscuramento mediatico della sua controversa terapia al plasma.
"Io sono molto franco: c'era e c'è la volontà di nascondere questo trattamento. Se guardate i media si parla solo di vaccino, mentre il trattamento al plasma non costa quasi nulla", aveva dichiarato durante un collegamento con un Liceo di Lecce, secondo quanto riportato da Ansa. .
Per la sua cura, il medico era stato audito in Senato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала