Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, Farnesina: "In corso a Roma trattative intralibiche per stesura legge elettorale"

Il Palazzo della Farnesina - Sputnik Italia, 1920, 28.07.2021
Seguici su
Le elezioni presidenziali e parlamentari libiche si terranno nel prossimo mese di dicembre.
Con un comunicato pubblicato nella giornata odierna, la Farnesina ha reso noto che delle trattative intralibiche sono in corso in questi giorni a Roma per la stesura di una legge sulle elezioni parlamentari e presidenziali che si terranno a fine dicembre in Libia.
"Nel quadro degli sforzi per giungere ad un accordo istituzionale sulla definizione della cornice giuridica che consenta lo svolgimento delle elezioni parlamentari e presidenziali del 24 dicembre prossimo, si riuniscono in questi giorni a Roma le delegazioni della Camera dei Rappresentanti e dell’Alta Commissione Elettorale Nazionale libiche, avvalendosi dell’assistenza tecnica della missione UNSMIL", si legge nella nota.
L'Italia, in questa circostanza, ha riaffermato con forza il proprio impegno per la stabilizzazione del Paese nordafricano e ha auspicato che il nuovo percorso possa portare allo svolgimento di elezioni "libere, eque ed inclusive, in linea con le legittime aspirazioni del popolo libico.
Migranti e rifugiati aiutati dai membri dell'ONG spagnola Proactiva Oper Arms nel mar Mediterraneo nei pressi di Libia (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 15.07.2021
La Camera rinnova l’accordo Italia-Libia e le altre missioni internazionali

La situazione in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha smesso di esistere come un unico Stato.
Negli ultimi anni, c'è stato uno scontro tra il governo di unità nazionale guidato dal premier Fayez al-Sarraj, riunito a Tripoli nell'ovest del Paese, e le autorità dell'est della Libia, sostenute dall'Esercito Nazionale Libico sotto il comando del maresciallo Khalifa Haftar.
Il 23 ottobre dello scorso anno a Ginevra, i membri del Comitato militare congiunto 5+5, che comprendeva cinque militari ciascuno delle unità del PNS e dell'LNA, hanno firmato un accordo per un cessate il fuoco permanente.
Il 5 febbraio, il Forum di dialogo politico libico sostenuto dalle Nazioni Unite ha eletto in Svizzera il primo ministro del governo unificato della Libia e tre consiglieri presidenziali per tenere le elezioni parlamentari e presidenziali in tutto il paese a dicembre. Entrambe le autorità hanno prestato giuramento il 15 marzo e prestano servizio a Tripoli.
Nel contempo, i partecipanti al forum, che si sono incontrati in Svizzera dal 28 giugno al 2 luglio, non sono riusciti a trovare un accordo su una base costituzionale per lo svolgimento delle elezioni nazionali. Come affermato dall'assistente del segretario generale dell'ONU, il coordinatore dell'UNSMIL Raisedon Zenenga, l'incontro si è concluso senza arrivare ad alcun risultato, ma l'ONU "continuerà a lavorare per sviluppare una base costituzionale per le elezioni di dicembre".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала