Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Armenia, tre soldati uccisi in uno scontro al confine con le truppe azere

© Foto : Azerbaijani Defence Ministry / Vai alla galleria fotograficaNagorno-Karabakh
Nagorno-Karabakh - Sputnik Italia, 1920, 28.07.2021
Seguici su
Nonostante il cessate il fuoco raggiunto nel novembre scorso, mediato dalla Russia, proseguono le tensioni al confine tra i due Paesi.
Il ministero della Difesa armeno ha reso noto in una comunicazione ufficiale che tre militari armeni sono stati uccisi e due sono rimasti feriti in seguito agli scontri con l'Azerbaigian il 28 luglio.
Le forze armene avrebbero respinto l'attacco lanciato mercoledì mattina dalle forze azere, che avrebbero subito perdite, secondo quanto riporta la nota. La battaglia sarebbe ancora in corso
L'Armenia accusa le forze armate dell'Azerbaigian di non aver rispettato il cessate il fuoco.
"Unità dell'esercito dell'Azerbaigian hanno violato il cessate il fuoco nella parte nord-orientale del confine tra Armenia- Azerbaigian intorno alle 03:40 del 28 luglio. Sono in corso battaglie localizzate. La leadership politico-militare dell'Azerbaigian ha l'intera responsabilità dell'escalation", si legge in un tweet.
Dal canto suo l'Azerbaigian ha definito l'attacco di questa mattina un'azione di rappresaglia nei confronti di provocazioni effettuate dalle forze armene nella regione del Kalbajar.
Baku ritiene che i rapporti di Yeravan sui presunti danni alle strutture civili in Armenia siano falsi e afferma di aver esortato l'Armenia ad avviare colloqui sulla "delimitazione" allo scopo di formalizzare i confini tra i due Stati.
"Chiediamo alla leadership politico-militare dell'Armenia di astenersi da provocazioni e deliberato aggravamento della situazione al confine di stato dei due paesi e di avviare negoziati sulla delimitazione del confine di stato in modo civile", si legge nella nota.
Successivamente Baku ha detto di aver accettato l'iniziativa della Russia di dichiarare un cessate il fuoco al confine alle 06:00 GMT, ma ha accusato l'Armenia di non aver posto fine al fuoco di armi di piccolo calibro.

Tregua nel Nagorno-Karabakh

All'inizio di dicembre Yerevan e Baku hanno concordato la tregua nel Nagorno-Karabakh, ponendo fine alla guerra di sei settimane nella regione contesa. L'accordo ha comportato la perdita della maggior parte dei territori controllati dalle forze filo-armene del Karabakh e prevede il dispiegamento di un contingente militare di pace russo di 1.960 soldati.
Il ministero della Difesa russo aveva comunicato a novembre che più di 1.200 sfollati avevano fatto ritorno nel Nagorno-Karabakh dal territorio dell'Armenia sotto il vigile controllo dei soldati russi del contingente di pace.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала