Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giustizia, verso l'accordo con il M5S. Ma ora è scontro con Forza Italia e Lega

Marta Cartabia - Sputnik Italia, 1920, 27.07.2021
Seguici su
Forza Italia, appoggiata dalla Lega, chiede di inserire nel perimetro della riforma del processo penale anche l'abuso d'ufficio. Il relatore Vazio: "Così rischia di naufragare tutto".
"Credo che quando si dialoga si coopera anche su punti in cui non si è d'accordo poi un punto di caduta importante si può trovare”. Lo ha detto ieri il presidente della Camera, Roberto Fico, intervenendo alla festa di Articolo 1 a Bologna, fiducioso che si possa arrivare ad un’intesa tra tutte le forze politiche sul testo della riforma del processo penale in commissione giustizia.
La riforma Cartabia arriverà venerdì prossimo in aula alla Camera, mentre nella giornata di oggi dovrebbero iniziare le votazioni sui circa 400 emendamenti individuati come “prioritari”. In totale, ne sono stati depositati 1.630, la maggior parte a firma M5S.
Il partito di Giuseppe Conte e Beppe Grillo chiede una serie di modifiche, tra cui l’inserimento dei reati di mafia e terrorismo tra quelli esclusi dall’improcedibilità.
Su questo, come riferisce l’Adnkronos, ci sarebbe già una bozza di intesa con il premier Mario Draghi e la Guardasigilli. I vertici del Movimento, però, secondo la stessa agenzia, aspetterebbero di vedere il testo per parlare di “accordo raggiunto”.
Giuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Giustizia, Cinque Stelle ancora divisi sulla fiducia alla riforma Cartabia
In casa pentastellata, intanto, si prende atto dell’apertura di Palazzo Chigi e così un compromesso per scongiurare lo strappo sul voto di fiducia sembra essere più vicino.
Ad andare in pressing sulla ministra Marta Cartabia, però, ora sono anche Lega e Forza Italia che chiedono di inserire l’abuso d’ufficio all’interno della riforma del processo penale.
Una richiesta che "rischia di far naufragare tutto", secondo Franco Vazio, relatore Dem della riforma, citato da Askanews. Quello dell’abuso d’ufficio, incalza, è un tema che “con il processo penale non c’entra”. “Lavorare in un’altra direzione – avverte - mina alle fondamenta una riforma che non riguarda solo la Giustizia, ma che è anche la spina dorsale del Pnrr”.
Giustizia - Sputnik Italia, 1920, 17.07.2021
Giustizia, il sondaggio sui referendum: sì dal 56 per cento degli italiani
Il Pd preme per chiudere la partita prima del mese di agosto, ma le incognite restano ancora molte. "A nessuno sfugge che esista il problema oggettivo della riforma dell'attuale disciplina dell'abuso d'ufficio relativo ai sindaci, che può però essere fatto confluire opportunamente e più naturalmente nell'esame di quel progetto alla ripresa di settembre", ha detto anche il capogruppo Dem in commissione Affari costituzionali della Camera, Stefano Ceccanti.
"Anche per questa ragione non si capisce perché si ritenga ora di dover spostare quel tema nell'ambito della riforma della giustizia, mettendo in pericolo la tempistica concordata, la scelta qualificante di chiuderne l'esame alla Camera entro i primi di agosto", dice rivolto al centrodestra di governo.
Anche Italia Viva si dice disponibile a votare la fiducia alla riforma così com'è. “Deciderà il presidente del Consiglio”, ha detto ieri Matteo Renzi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала