Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per Bassetti le proteste dei no-vax sono "attacchi allo Stato"

Matteo Bassetti - Sputnik Italia, 1920, 26.07.2021
Seguici su
Nel fine settimana nelle principali città italiane sono scesi in piazza per protestare i critici e oppositori del decreto legge varato dal governo Draghi, che prevede l'estensione dell'uso del green pass per accedere a diversi servizi e attività di vita sociale.
L'infettivologo del San Martino di Genova Matteo Bassetti, da sempre sostenitore dell'importanza dei vaccini, AstraZeneca incluso nonostante diversi casi di reazioni avverse letali, per fermare la diffusione del Covid, ha sostenuto intervenendo ieri alla rassegna Ponza d'autore che alcuni gruppi no-vax sono un movimento definibile come "organizzazione criminale".

"Minacce? ne ricevo di ogni tipo: personali, per la mia famiglia, i miei figli, insulti. Quello che bisognerebbe fare è non derubricare gli attacchi che io ed altri riceviamo come attacchi dello stupido, perché secondo me invece c'è dietro un'organizzazione che potrebbe essere definita davvero un'organizzazione criminale. Almeno alcuni no-vax hanno hanno struttura ed è evidente che dietro c'è anche finanziamento, testa", le parole del noto infettivologo, riportate dall'Ansa.

Secondo Bassetti, gli attacchi dei no-vax dovrebbero essere considerati come un qualcosa di sovversivo.

"E' sbagliato considerare l'attacco no-vax perseguibile con querela: l'attacco no-vax a uomini delle istituzioni oggi è un attacco contro lo Stato e come tale andrebbe perseguito. Non è possibile, come è accaduto ieri in piazza che la gente vada ad attaccare i vaccini in quel modo."

Infine ha paragonato gli attacchi dei no-vax contro i sieri anti-Covid come gli attentati contro la magistratura che combatte la mafia.

"Quello è un attacco contro lo Stato, come se tu andassi ad attaccare la magistratura perché persegue la mafia. Oggi il vaccino è uno strumento che la scienza ha messo a disposizione dello Stato italiano per cercare di proteggere i propri cittadini".

In precedenza l'infettivologo dell'ospedale San Martino di Genova si era espresso a favore della revoca dell'uso della mascherina e della quarantena per i vaccinati: secondo Bassetti il via alle restrizioni per i detentori del green pass è funzionale a "rilanciare la campagna vaccinale" e al ritorno alla normalità.
Claudio Borghi, noto anche come Claudio Borghi Aquilini, è un politico italiano, deputato per la Lega dal 2018 - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Borghi: green pass un errore, più onesto obbligo vaccinale
Di parere opposto all'infettivologo ci sono alcuni politici, tra cui il senatore Gianluigi Paragone, per cui la vaccinazione deve essere rigorosamente una decisione volontaria. Secondo il fondatore di Italexit, l'estensione dell'uso del green pass come mezzo di promozione della campagna vaccinale è "una vigliaccata" del presidente del Consiglio Mario Draghi. Allo stesso modo Paragone ha sottolineato la portata delle proteste contro il green pass, definendole "un vento nuovo".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала