Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, Burioni si scusa per il tweet "a casa come i sorci" contro no-vax

© Sputnik . Evgeny UtkinManifestazione No green pass a Milano
Manifestazione No green pass a Milano - Sputnik Italia, 1920, 26.07.2021
Seguici su
Il Codacons aveva chiesto la radiazione dall'albo dei Medici nei confronti del noto virologo.
Retromarcia di Roberto Burioni sul tweet "a casa come dei sorci" rivolto ai no-vax e agli oppositori del green pass.
"Certamente quel tweet non lo riscriverei, perché qualcuno si è sentito offeso", ha detto il noto virologo del San Raffaele di Milano in un'intervista al Corriere della Sera.
Burioni si è assunto la colpa per le sue parole, pur constatando l'ironia del suo tweet in una piattaforma "non adatta all'ironia":
“Il mio era un tweet ironico, ma io ho dimenticato che Twitter non è il luogo dell’ironia (e dell’autoironia). Colpa mia comunque”, ha aggiunto.
Commentando il nuovo decreto varato dal governo Draghi, che estende l'uso del green pass a partire dal 6 agosto, in un tweet sarcastico Burioni aveva proposto "una colletta per pagare ai no-vax gli abbonamenti Netflix quando saranno agli arresti domiciliari”, chiudendo il messaggio con un "chiusi in casa come dei sorci".
Il Codacons aveva chiesto la radiazione dall'albo dei Medici nei confronti del noto virologo, mentre Giorgia Meloni aveva definito il tweet "vergognoso" e senza alcun legame con la scienza. Anche Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista, aveva duramente criticato le parole del virologo. Inizialmente Burioni non aveva mostrato pentimento per le parole utilizzate.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала