Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Droni nella logistica, in Italia il mercato vale 73 milioni di euro

CC BY 4.0 / / Wikimedia Commons (cropped)Drone da combattimento turco Kargu
Drone da combattimento turco Kargu - Sputnik Italia, 1920, 26.07.2021
Seguici su
Una nuova logistica basata anche sulla consegna attraverso i droni, nei prossimi 5 anni il settore vivrà un notevole impulso anche in Italia secondo i dati del Politecnico di Milano.
In Italia il mercato professionale dei droni ha registrato 73 milioni di euro di fatturato nel 2020 della pandemia, con una riduzione del 38% rispetto al 2019. Tuttavia l’80% delle imprese legate in qualche modo ai droni, ritiene che nei prossimi 3 anni assisteremo ad un forte sviluppo.
A scriverlo è World Capital in uno snapshot sulle last mile solution della logistica italiana e mondiale.
Ed i casi di applicazione, si fa notare nella ricerca, non mancano. Come Dhl Express in Cina, dove grazie ad un accordo commerciale con la società di veicoli aerei autonomi Ehang è ora possibile effettuare consegne con i droni per risolvere i problemi dell’ultimo miglio in Cina.
Le spedizioni con drone da parte di Dhl Express vengono effettuate entro un raggio di 8 chilometri dalla sede logistica e prevedono il decollo e atterraggio verticale presso il cliente, l’identificazione visiva del cliente e il volo completamente automatizzato in ogni sua fase grazie alla pianificazione intelligente del percorso.
I droni possono consegnare pacchi fino a 5 chilogrammi di peso.

Una nuova logistica

Il 31% “degli operatori del settore si mostrano interessati a introdurre progetti con droni entro i prossimi 3 anni in ambiti che vanno del trasporto, alla sicurezza, all’inventario di magazzino”, si legge nello snapshot.
Secondo Andrea Faini, Ceo di World Capital, “I droni rappresentano sicuramente un grande cambiamento, soprattutto per i processi della supply chain. L’impiego di questi strumenti tecnologici all’interno dei magazzini comporta una rivisitazione degli spazi immobiliari logistici, che dovranno essere pensati e costruiti al fine di migliorare l’interazione tra le macchine e le persone impiegate all’interno”.

La pandemia accelera le consegne con i droni

L’Osservatorio Droni della School of Management del Politecnico di Milano, ha notato che la pandemia ha dato una spinta ad alcune applicazioni, “evidenziando il potenziale dei droni in specifiche attività, come per esempio il monitoraggio della popolazione, la consegna di materiale medico, la comunicazione delle linee guida sul distanziamento sociale e la sanificazione di immobili e strade”.
L’Osservatorio del Politecnico fa infatti notare che sono almeno “60 i progetti a livello internazionale nati come risposta all’emergenza sanitaria censiti dall’Osservatorio; di questi il 70% promossi da pubbliche amministrazioni”.
Paola Olivares, Direttrice dell’Osservatorio Droni del Politecnico di Milano ha evidenziato che:
“Gli impieghi dei droni sono davvero molteplici e diffusi in tutti i Paesi del mondo. La pandemia ha rappresentato solamente una battuta d’arresto in un settore che sta attraversando un forte fermento e un’importante crescita di interesse e applicazioni. Ci aspettiamo sicuramente che questa tecnologia diventerà di utilizzo comune per le aziende entro i prossimi 3-5 anni”.
Drone - Sputnik Italia, 1920, 26.07.2021
Francia vieta l'uso di droni di sorveglianza per rintracciare i migranti alla frontiera
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала