Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sean Penn, o vi vaccinate o non rimetto piede sul set di ‘Gaslit’

© Sputnik . Ekaterina Chesnokova / Vai alla galleria fotograficaSean Penn
Sean Penn - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Seguici su
O sono tutti vaccinati o la presenza di Penn sul set della serie tv 'Gaslit' non sarà garantita. La presa di posizione dell'attore e regista scuote Hollywood.
L’attore e regista americano, Sean Penn, la campagna vaccinale l’ha presa sul serio e così ha detto alla produzione della serie tv Gaslit, in cui è protagonista insieme all’iconica Julia Roberts, che lui tornerà sul set cinematografico solo dopo che tutti si saranno immunizzati.
La decisione di Sean Penn, appena rientrato da Cannes dove ha presentato il suo film Flag Day, potrebbe avere un effetto non secondario su Hollywood e su tutto il mondo del cinema che gravita intorno a Los Angeles.
Nella città californiana, infatti, i contagi sono risaliti a tal punto da aver costretto le autorità locali a reintrodurre l’obbligo della mascherina nei locali chiusi.

Non una posizione politica

Quella di Sean Penn, scrive il Deadline, non è una richiesta per imbarazzare gli Studios e neppure una presa di posizione per tutelare se stesso poiché lui è completamente vaccinato.
Per il regista americano è una questione di sicurezza sanitaria sul set cinematografico, poiché dati i contatti ravvicinati tra i membri del cast è facile che il coronavirus possa diffondersi, mettendo a repentaglio la sicurezza dei colleghi e delle colleghe.
Spesso, infatti, si dorme insieme in roulotte e quello è un luogo dove il contagio può diffondersi in maniera molto efficace tra il personale.
Varie produzioni cinematografiche che lavorano ad Hollywood hanno offerto ai propri dipendenti la possibilità di vaccinarsi gratuitamente scegliendo uno qualsiasi dei vaccini approvati dalle autorità statunitensi.
Un team sanitario messo a disposizione dalle società cinematografiche si reca ad Hollywood per fare le vaccinazioni e dopo 21 giorni ritorna per somministrare la seconda dose dove richiesto dal vaccino Covid-19 scelto. Una facilitazione volta a favorire il più possibile la vaccinazione di tutti coloro i quali lavorano nella più grande industria del cinema al mondo.
Tuttavia il dibattito sull’obbligo vaccinale ad Hollywood si fa sempre più intenso e la presa di posizione di Sean Penn probabilmente non passerà inosservata.
Va ricordato, infine, che Sean Penn è tra i fondatori di CoreResponse, una organizzazione che negli USA si occupa di dare supporto contro il coronavirus ed è impegnata nella campagna vaccinale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала