Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per Mosca la situazione nel Mar Nero più tesa artificialmente per colpa di forze esterne

© AFP 2021 / DANIEL MIHAILESCULe navi da guerra NATO nel mar Nero (foto d'arhivio)
Le navi da guerra NATO nel mar Nero (foto d'arhivio) - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Seguici su
L'esercito russo ha segnalato un'importante escalation nelle attività di esercitazioni e ricognizione della Nato nel Mar Nero nelle ultime settimane. Il mese scorso la Royal Navy britannica ha cercato di mettere alla prova la sicurezza dei confini marittimi della Russia nei pressi della Crimea con lo sconfinamento deliberato di una nave da guerra.
Forze esterne stanno alimentando artificialmente le tensioni nel Mar Nero e Mosca monitorerà attentamente l'attuazione della Convenzione di Montreux che regola il transito delle navi da guerra dentro e fuori questa regione marina, ha indicato il ministero degli Esteri russo.
"A fronte dell'artificiale esasperazione della situazione nel Mar Nero da parte di alcuni attori non regionali, riteniamo molto urgente il compito di garantire la rigorosa attuazione delle disposizioni della Convenzione di Montreaux", ha detto a Sputnik un rappresentante del dicastero diplomatico russo.
"Un ruolo speciale in questo senso spetta alla Turchia, che è dotata di determinati diritti in relazione al controllo del transito delle navi militari attraverso lo Stretto. Continueremo a monitorare da vicino la situazione in merito alle modalità di attuazione pratica delle disposizioni della Convenzione, anche in termini di limiti al tonnellaggio massimo totale durante il transito, nonché al tonnellaggio massimo delle navi da guerra delle potenze non regionali nel Mar Nero e della durata della loro permanenza nella regione", ha aggiunto la fonte.
La linea diretta con Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 30.06.2021
Putin sicuro, sconfinamento HMS Defender nel Mar Nero provocazione pianificata a lungo da Usa e Gb
Questa settimana ha segnato l'85° anniversario dell'adozione della Convenzione di Montreux. Firmato nel 1936, il documento mira a garantire la libertà di passaggio alle navi commerciali di tutti i paesi sia in tempo di pace che in tempo di guerra. Limita il passaggio di navi da guerra dei Paesi che non sono bagnati dal Mar Nero, soggette a restrizioni sulla stazza massima delle navi militari che entrano in questo mare.
Il mese scorso il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato la costruzione del Canale di Istanbul, un'ambiziosa e controversa via d'acqua artificiale da 10 miliardi di dollari, reclamizzata come alternativa allo stretto del Bosforo. Mosca ha espresso preoccupazione per il fatto che la Nato possa utilizzare questo canale per cercare di aggirare la Convenzione di Montreux e dispiegare più navi nel Mar Nero di quelle consentite dal trattato. In ogni caso la flotta russa del Mar Nero ha assicurato di disporre dei mezzi tecnici ed armamenti per monitorare e tracciare tutte le navi militari straniere che operano nella zona del Mar Nero.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала