Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Papa Francesco benedice i Giochi Olimpici di Tokyo 2020

© REUTERS / Filippo Monteforte/PoolPapa Francesco
Papa Francesco - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Seguici su
Benedizione per le Olimpiadi nipponiche e poi il pensiero torna alla fame e alla povertà delle persone e dei bambini. Francesco chiede per questi ultimi condivisione di quello che si ha.
Per papa Francesco Tokyo 2020 è la festa dello sport e fa giungere a organizzatori e atleti la sua benedizione al termine dell’Angelus domenicale tornato in piazza San Pietro dopo la breve parentesi al policlinico Gemelli.
“Venerdì scorso si sono aperte a Tokyo le trentaduesime Olimpiadi. In questo tempo di pandemia, questi Giochi siano un segno di speranza, un segno di fratellanza universale all’insegna del sano agonismo. Dio benedica gli organizzatori, gli atleti e tutti coloro che collaborano per questa grande festa dello sport!”

Condividere e non moltiplicare

Durante l’Angelus il Papa ha spiegato che a Gesù non piace la parola moltiplicare o aggiungere, preferisce sottrarre, condividere e dividere con gli altri. Lo ha detto a proposito della ricchezza e della fame nel mondo.

“Il vero miracolo, dice Gesù, non è la moltiplicazione che produce vanto e potere, ma la divisione, la condivisione, che accresce l’amore e permette a Dio di compiere prodigi. Proviamo a condividere di più, proviamo questa strada che Gesù ci insegna”, secondo Francesco.

Quindi una denuncia a sostegno delle migliaia di bambini che muoiono ogni giorno di fame:
“È stato calcolato – ufficialmente – che ogni giorno nel mondo circa settemila bambini sotto i cinque anni muoiono per motivi legati alla malnutrizione, perché non hanno il necessario per vivere. Di fronte a scandali come questi Gesù rivolge anche a noi un invito, un invito simile a quello che probabilmente ricevette il ragazzo del Vangelo, che non ha nome e nel quale possiamo vederci tutti noi: “Coraggio, dona il poco che hai, i tuoi talenti, e i tuoi beni, mettili a disposizione di Gesù e dei fratelli. Non temere, nulla andrà perso, perché, se condividi, Dio moltiplica. Scaccia la falsa modestia di sentirti inadeguato, fidati. Credi nell’amore, credi nel potere del servizio, credi nella forza della gratuità”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала