Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il ritorno di Arcuri a Palazzo Chigi: consulenza da 4 milioni per monitorare gli investimenti

Domenico Arcuri - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Seguici su
La convenzione affidata al manager di Invitalia dal dipartimento coordinato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Bruno Tabacci, fa discutere. Protesta Giorgia Meloni: "Siamo su scherzi a parte?".
"Rafforzare la capacità delle strutture di governo per il monitoraggio dell'avanzamento finanziario e procedurale degli investimenti pubblici”. Di questo, in sostanza, tramite Invitalia, si occuperà Domenico Arcuri. Figura discussa del governo Conte Bis, dalla gestione della campagna vaccinale, agli scandali sulle mascherine e i respiratori, passando per i banchi a rotelle, il super-commissario all’emergenza messo alla porta da Draghi ritorna dalle parti di Palazzo Chigi con un ruolo che sembra essere tutt’altro che marginale.
Da qui al 2024, infatti, secondo quanto si legge sul Tempo, si occuperà, tramite l’Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, che presiede, di monitorare i piani di investimenti pubblici e di rilevarne le criticità. Un compito a dir poco delicato, vista la mole dei fondi che stanno per arrivare in Italia da Bruxelles e che dovranno essere spesi nei prossimi anni per modernizzare il Paese.
Il compenso stabilito nella convenzione è di 4 milioni di euro, di cui, secondo lo stesso quotidiano, 3,3 andranno a finire nelle casse di Invitalia. A volere la società, e di conseguenza l’ex commissario Arcuri, a gestire la pratica è stato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione e coordinamento economico, Bruno Tabacci.
Il politico centrista, nei mesi scorsi, era stato protagonista del tentato salvataggio del secondo governo Conte con la sua pattuglia di responsabili. L’operazione, però, come è noto, non si concluse nel modo sperato.
Secondo quanto si apprende dal Giornale, l’assegnazione della consulenza ad Arcuri è stato uno dei primi provvedimenti del dipartimento sotto la sua guida, l’11 marzo del 2021. Il testo del documento è stato poi reso pubblico una decina di giorni fa, il 14 luglio, sul sito della presidenza del Consiglio.
Una decisione che fa discutere non poco, specialmente dopo le polemiche seguite alla nomina, sempre per una consulenza, al Consiglio di indirizzo del Dipe della professoressa Elsa Fornero, madrina della riforma delle pensioni del governo Monti. “La Lega non ci sta, la signora ha già fatto troppi danni", era stata la reazione di Matteo Salvini.
Oggi a protestare per il ritorno di Arcuri, che non sarà andato giù neppure a Matteo Renzi, è Giorgia Meloni.
“Il Governo Draghi richiama in servizio Arcuri per aiutare Palazzo Chigi a spendere meglio alcuni fondi. Ma siamo su "Scherzi a parte"?”, si domanda la leader di Fratelli d’Italia. “Non può essere vero – conclude - che il Governo abbia affidato un compito così delicato ad uno dei protagonisti nella disastrosa gestione della pandemia”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала