Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, arriva la app per fare i controlli: ecco come funzionerà

© REUTERSGreen Pass
Green Pass - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
Seguici su
A controllare le certificazioni verdi saranno i gestori dei locali o delle attività tramite l'app "Verifica C19". Previste multe da 400 a mille euro per chi viola le regole.
È partito il conto alla rovescia per l’entrata in vigore delle nuove regole: dal 6 di agosto una serie di attività si potranno svolgere soltanto con il green pass alla mano. Ma chi dovrà vigilare sul rispetto delle disposizioni? Secondo l’ultimo decreto Covid ad effettuare i controlli dovranno essere i “titolari o i gestori” delle attività.
Lo strumento, in attesa di un Dpcm che regoli le modalità per trattare i certificati assicurando il rispetto della privacy degli utenti, è già pronto. Si chiama “Verifica C19” ed è la app messa a punto dal governo per verificare la validità dei certificati esibiti dagli utenti.
Dovrà essere installata su un dispositivo mobile e funzionerà anche in modalità offline. Il rispetto della privacy è assicurato dall’impossibilità di memorizzare i dati personali sul dispositivo dell’operatore. Le informazioni visualizzabili da chi effettua il controllo, inoltre, come si legge sul portale creato ad hoc da Palazzo Chigi, saranno ridotte al minimo.
L’app servirà a scannerizzare il Qr code del pass, che potrà essere presentato in versione digitale o cartacea, e mostrerà sul dispositivo se il codice è valido o meno, oltre al nome, cognome e data di nascita del possessore. Dati che dovranno corrispondere a quelli del documento di identità del proprietario del pass, che dovrà essere esibito su richiesta dell'operatore.
Se dopo la scansione del Qr code apparirà una spunta verde il possessore della certificazione anti-Covid potrà avere il via libera, mentre se il lasciapassare è scaduto, ad esempio se fossero passate più di 48 ore dal tampone negativo, apparirà un segnale di divieto.

In questo caso non si potrà accedere, pena una multa che va da 400 fino a mille euro, sia per il titolare che per il cliente. Se si riscontrasse più di una violazione, inoltre, le sanzioni prevedono anche la chiusura fino a dieci giorni.

A protestare, però, come si legge sul Sole24Ore, è la Fipe-Confcommercio, una delle maggiori associazioni di esercenti, che prevede possibili disagi, soprattutto nei ristoranti. Gli imprenditori del settore, in sintesi, non ci stanno a fare i “controllori”, senza contare la spesa che comporta l’utilizzo di una risorsa solo per verificare la regolarità dei pass esibiti dai clienti.
La Fipe propone quindi di introdurre una autocertificazione a carico degli avventori, che li esenti dalle responsabilità.

Intanto è il Corriere della Sera ad anticipare che il green pass, entro fine agosto, potrebbe diventare obbligatorio anche per viaggiare su aerei, treni e navi.

Manifestazione No green pass a Milano - Sputnik Italia, 1920, 25.07.2021
No green pass a Milano - Foto
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала