Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino, verso l'obbligo per gli insegnanti, FdI: "Viola i diritti costituzionali"

© AP Photo / Alessandra TarantinoLezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia
Lezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia - Sputnik Italia, 1920, 24.07.2021
Seguici su
La protesta di Fratelli d'Italia contro l'ipotesi dell'obbligo vaccinale per il personale scolastico: "Imporre il vaccino a insegnanti e studenti viola i diritti costituzionali".
Lo invocano i virologi e i principali esponenti del governo per far ripartire l’anno scolastico in sicurezza. Dopo quello per i sanitari, ora l’obbligo vaccinale per gli insegnanti e il personale scolastico sembra farsi sempre più concreto.
Sul tavolo c’è pure un disegno di legge presentato dalla senatrice di Forza Italia, Licia Ronzulli, che punta a vincolare l’esercizio della professione del personale docente e non docente alla vaccinazione anti-Covid, pena la sospensione dall’impiego e il blocco dell’erogazione dello stipendio.
Per ora il ministro della Salute, Patrizio Bianchi, resta cauto. “Le vaccinazioni sono un pezzo fondamentale” per il rientro a scuola in presenza e “vaccinarsi è un atto di responsabilità per la sicurezza di tutti”, ha detto nei giorni scorsi, citato da Skytg24. Ma finora non ha mai parlato di obbligo vaccinale per i docenti. A sostenere questa ipotesi, invece, c’è Italia Viva, mentre il M5S con il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri e il ministro Fabiana Dadone, preferiscono escluderla.
L’obiettivo, per il generale Francesco Figliuolo, è quello di andare oltre la soglia dell’85 per cento di personale vaccinato e del 60 per cento degli alunni dai 12 anni in su, per garantire che la Dad, quest'anno, resti solo un ricordo.
Contrari, invece, Lega e Fratelli d’Italia. Per il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, del partito di Matteo Salvini, l’obbligo vaccinale per gli insegnanti sarebbe “inopportuno” visti i dati che parlano dell’85 per cento di vaccinati con la prima dose.
“Considerando che molti sono rimasti fuori dal conteggio ufficiale perché non hanno usufruito della corsia preferenziale inizialmente prevista, vaccinandosi semplicemente seguendo la tempistica per fascia d’età, - commenta Sasso - la soglia dei vaccinati già oggi potrebbe attestarsi intorno al 90 per cento”.
Più dure le deputate di Fratelli d’Italia, Ella Bucalo e Paola Frassinetti, responsabili del dipartimento Scuola e Istruzione del partito, che parlano di “violazione dei diritti costituzionali”.
Le parlamentari denunciano come molti presidi siano già passati dalle parole ai fatti con “i dirigenti scolastici italiani che diramano circolari come se piovesse”. Alcuni, proseguono Bucalo e Frassinetti in una nota, vogliono “addirittura estendere anche agli studenti la 'richiesta' della copertura vaccinale”.
Iniziative giudicate anti-costituzionali dalle esponenti del partito di Giorgia Meloni, che accusano chi ha inviato le circolari di provocare “agitazione e allarmismo tra docenti e studenti, incolpevoli attori di un meccanismo malfunzionante e diseducativo attivato da un 'ministro-regista' che per riparare un guasto rompe ingranaggi fondamentali e arresta il motore”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала