Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Todde: “Le multinazionali non buttino via i lavoratori. Faremo regole più severe”

© FotoGKN Campi Bisenzio
GKN Campi Bisenzio - Sputnik Italia, 1920, 22.07.2021
Seguici su
La viceministra dello Sviluppo economico annuncia uno strumento per obbligare le aziende a comportamenti più responsabili, in particolare se hanno usufruito di aiuti di stato in Italia.
Al tavolo del Mise negli ultimi mesi, e soprattutto nelle ultime settimane, si susseguono le vertenze, legate soprattutto al settore dell’automotive, da Gianetti a Gkn, oltre alle storiche Whirpool e Sulcis.
La viceministra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde annuncia regole più severe e in un’intervista a Repubblica spiega che con il ministero del Lavoro si sta lavorando per uno strumento che obblighi le aziende a comportamenti più responsabili.
“Le ultime vertenze che stiamo prendendo in carico sono quasi tutte legate all’automotive, le chiusure però non dipendono dalla pandemia, ma da una crisi strutturale ben visibile dai bilanci. Il punto è trovare una soluzione sostenibile”, dice Todde.
“Sulle multinazionali con il ministero del Lavoro stiamo ragionando a uno schema che li obblighi almeno a seguire percorsi più civili, a non trattare i lavoratori come se fossero prodotti finanziari”.

Il caso Gkn e gli aiuti statali

Per quanto riguarda la Gkn di Campi Bisenzio, dove sono stati annunciati oltre 400 licenziamenti, per Todde si tratta un gruppo multinazionale con migliaia di dipendenti nel mondo e la “cosa grave è la quantità di contributi di cui hanno goduto, per la sede di Brunico oltre due milioni di euro. Non si può usufruire degli aiuti di Stato e poi essere completamente sordi quando si parla di responsabilità sociale”.
Sciopero lavoratori Teva, Nerviano - Sputnik Italia, 1920, 20.07.2021
L’onda dei licenziamenti: dopo Gianetti e Gkn a casa i dipendenti Timken
Todde ricorda anche che l’azienda ha avuto “un atteggiamento irrispettoso, cercando di coinvolgere in un tavolo separato i sindacati”.
La viceministra M5S ha intenzione di fare capire alla Gkn che “non possono prima incassare i contributi e poi scaricare i lavoratori come pacchi”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала