Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Riapertura di Varosha: Cipro si rivolge al Consiglio di Sicurezza dell'Onu

© flickr.com / cedricdFlag of the self-declared Turkish Republic of Northern Cyprus in the hills above Cyprus' capital Nicosia.
Flag of the self-declared Turkish Republic of Northern Cyprus in the hills above Cyprus' capital Nicosia. - Sputnik Italia, 1920, 22.07.2021
Seguici su
La Turchia, intanto, respinge il coro di critiche e chiede il riconoscimento del settore Nord dell'isola sotto la formula "due popoli due stati".
Cipro si è rivolta mercoledì al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite contro il piano delle autorità turco-cipriote di ripopolare parte della città abbandonata di Varosha, creando nuovi insediamenti nel settore sotto il controllo di Ankara.

"Si tratta di una chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e avrà un impatto negativo sugli sforzi in corso per riavviare i colloqui", ha affermato il ministro degli Esteri cipriota Nikos Christodoulides, secondo quanto riportato da Reuters.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres è profondamente preoccupato per la decisione dei turco-ciprioti e della Turchia, ha affermato il portavoce delle Nazioni Unite, Farhan Haq, in una nota.

"Il Segretario generale ha ripetutamente invitato tutte le parti ad astenersi da azioni unilaterali che provocano tensioni e potrebbero compromettere gli i tentativi in corso per cercare un terreno comune tra le parti verso una soluzione duratura della questione di Cipro", ha affermato Haq.

La riconversione dell'area alle autorità civili turco-cipriote mette in discussione l'assunto ampiamente diffuso secondo cui Varosha sarebbe tra le possibili aree riconsegnate al controllo greco-cipriota in caso di un accordo di pace a Cipro.
Le Nazioni Unite hanno ribadito che la loro posizione su Varosha rimane invariata ed è guidata dalle relative risoluzioni del Consiglio di sicurezza.

La richieste di Ankara

Mentre tutta la comunità internazionale reagisce al piano di reinsediamento turco-cipriota, Ankara ha reiterato la richiesta per una soluzione a due stati sull'isola.
"Ora, l'unica richiesta dei turco-ciprioti nei negoziati internazionali è il riconoscimento dello status di stato sovrano", ha detto mercoledì il presidente turco Tayyip Erdogan, un giorno dopo la visita a Cipro nel 47esimo anniversario dell'intervento turco. "Tutte le offerte diverse da questa sono scadute."
Nei giorni precedenti Bruxelles aveva affermato che non sarà mai accettata una soluzione a due stati per l'isola.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала