Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Draghi: "Green pass è la condizione per tenere aperte le attività economiche"

© Filippo AttiliIl premier Mario Draghi
Il premier Mario Draghi - Sputnik Italia, 1920, 22.07.2021
Seguici su
E per non modificare il colore delle Regioni con i vecchi parametri. Approvata la fiducia per la riforma della giustizia ma "aperti a modifiche tecniche". Sull'appello a non vaccinarsi di Salvini "è un appello a morire".
Il premier Mario Draghi ha illustrato in conferenza stampa le principali decisioni prese dal Consiglio dei ministri di oggi sull'emergenza Covid e sulla riforma della Giustizia, su cui verrà posta la fiducia.
Il presidente del Consiglio ha voluto spiegare che il "green pass non è un arbitrio è una condizione per tenere aperte le attività economiche" e per non "far entrare le Regioni in zona gialla in base ai vecchi parametri".
Draghi ha aggiunto un appello: "Invito tutti gli italiani a vaccinarsi e a farlo subito", perché grazie alla campagna vaccinale l'economia italiana è ripartita, "va bene e l'Italia cresce a un ritmo superiore rispetto ad altri Paesi Ue".
Per fare in modo che il momento favorevole dell'economia prosegua "dobbiamo agire sul fronte Covid-19" e ricordarci che "il merito di questo miglioramento è della campagna vaccinale".

Da Salvini appello a "morire"

Draghi ha poi risposto a una domanda sulle parole di Matteo Salvini sul non vaccinare i giovani.
"L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire o a far morire, senza vaccinazione dobbiamo chiudere tutto di nuovo".

La fiducia sulla riforma della Giustizia

Il premier ha poi spiegato che in Cdm è stato fatto un passaggio “rapido" sulla giustizia.
La richiesta di autorizzazione a chiedere la fiducia "è voler porre un punto fermo" su un testo approvato dal governo all'unanimità.
Ma "c’è tutta la buona volontà ad accogliere emendamenti a questo testo, di carattere tecnico e che non stravolgano l’impianto della riforma e siano condivisi", ha spiegato Draghi.
La ministra della Giustizia Marta Cartabia ha spiegato che non si può guardare soltanto l'effetto sulla prescrizione, perché si tratta di una riforma complessiva che prevede strumenti ad hoc per le Corti d'appello.

"Mi auguro che il testo finale sia un testo condiviso", ha sottolineato il premier sottolineando che "nessuno vuole sacche di impunità, bene processi rapidi e tutti i colpevoli puniti, è bene mettere in chiaro da che parte stiamo".

L'andamento dei vaccini ha migliorato le proiezioni

Draghi ha spiegato che rispetto a quanto previsto in passato la campagna vaccinale ha migliorato le previsioni della pandemia.
"Circa due terzi degli italiani con più di 12 anni ha ricevuto almeno una dose, metà degli italiani ha completato il ciclo e l'obiettivo del generale Figliuolo di somministrare 60 milioni di dosi entro il 20 luglio è stato superato, come la Germania e meglio di Francia e Stati uniti".
Il ministro della Salute Roberto Speranza ha aggiunto che il cambio dei parametri per il passaggio di fascia per le Regioni è in base al tasso di ospedalizzazioni.
"Oltre il 10% di occupazione nelle terapie intensive e oltre il 15% nelle aree mediche, si passa in zona gialla, con il primo dato oltre il 20% e il secondo oltre il 30% in zona arancione. Per entrare in zona rossa serve oltre il 30% di occupazione delle terapie intensive e oltre il 40% delle aree mediche", ha detto il ministro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала