Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caos in Sudafrica, il bilancio delle vittime durante le rivolte sale a 276 morti

© REUTERS / Siphiwe Sibeko Gli scontri tra gli studenti e la polizia nell'Africa del Sud
Gli scontri tra gli studenti e la polizia nell'Africa del Sud - Sputnik Italia, 1920, 22.07.2021
Seguici su
Le proteste sono esplose dopo l'arresto dell'ex presidente Jacob Zuma, due settimane fa. Rivolte e saccheggi hanno incendiato il Paese, travolto dalla peggiore ondata di contagi Covid-19.
E' salito a 276 vittime il bilancio dei disordini che da due settimane stanno travolgendo il Sudafrica. Le proteste per l'arresto dell'ex presidente Jacob Zuma si sono rapidamente trasformate in rivolte, con gruppi di riottosi che hanno preso di mira centri commerciali, negozi e persino centri di vaccinazione, saccheggiati e dati alle fiamme.
Il caos ha colpito il Paese in mezzo alla peggiore recrudescenza di Covid-19. Le violenze sono esplose nelle province di KwaZulu-Natal, da cui proviene Zuma, e Gauteng, dove si trova la città di Joahnnesburg.
Secondo quanto riferito dal ministro ad interim alla presidenza, Khumbudzo Ntshavheni, 234 morti sono legate ai disordini nel KwaZulu-Natal e 42 nel Gauteng. La polizia sta indagando su 168 casi di omicidio.
Con un imponente schieramento di uomini, le autorità sono riuscite a tenere sotto controllo le violenze. Il costo, però, è altissimo: 20 miliardi di rand (circa 1,7 miliardi di euro) solo nel KwaZulu-Natal, poiché 161 centri commerciali, 11 magazzini e otto fabbriche sono stati gravemente danneggiati. L'entità dei danni a Gauteng è ancora in fase di accertamento.
Gli scontri tra gli studenti e la polizia nell'Africa del Sud - Sputnik Italia, 1920, 14.07.2021
Sud Africa nel caos dopo l'arresto dell'ex presidente Zuma: 72 morti nelle proteste

L'arresto di Zuma

I disordini in Sud Africa sono iniziati dopo che l'ex presidente Jacob Zuma si è consegnato alle autorità il 7 luglio per scontare una condanna di 15 mesi per la quale è stato giudicato oltraggio alla corte, dopo aver rifiutato di testimoniare in un caso di corruzione contro di lui. .
Zuma, 79 anni, un veterano anti-apartheid che ha scontato 10 anni nel famigerato carcere di massima sicurezza di Robben Island, ha guidato il Sudafrica dal 2009 al 2018.
Si è dimesso su richiesta del suo stesso partito, l'African National Congress, dopo essere stato accusato di 16 capi di concussione e tangenti in contratti governativi, uso personale di fondi pubblici e riciclaggio di denaro. Tuttavia, rimane popolare tra i poveri.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала